"Sono morti 3 bambini all'ospedale di Brescia, non tre formiche, e non è successo niente. A Napoli basta un imbecille che fa una foto a una formica ed è la fine del mondo". Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che durante la visita a un cantiere di Nocera Superiore (Salerno) si esprime al solito in maniera iraconda sulle polemiche dell'ormai noto  caso delle formiche all'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli.

"Dobbiamo recuperare anni e anni di discredito che ci hanno lanciato addosso – attacca il presidente della giunta – ma queste cose non sono casuali. Se blocchiamo la mobilita' passiva, ovvero la quantità di cittadini campani che vanno ad operarsi fuori regione, alcuni ospedali del Nord dovrebbero chiudere perche' vivono con i 300 milioni che la Campania trasferisce al Nord. Il conflitto d'interesse c'è". Da De Luca arriva anche un appello al ministro della Salute, Giulia Grillo, a sbloccare "i fondi da 1,80 miliardi per l'edilizia sanitaria regionale". Il governatore e commissario alla sanità campana trova anche il modo di ironizzare: "Abbiamo fatto un miracolo e – dice rivolgendosi alla platea che lo ascolta a Nocera – mi dovreste fare una statua. Ma adesso porta seccia (è malaugurante, ndr.), magari tra 2-300 anni…".