Vincenzo De Luca vola nei sondaggi politici: il presidente della Regione Campania, stando alle analisi dell'Istituto Demopolis, balza da un 37% di preferenze che aveva a dicembre 2019 ad un 62% in questi primi giorni di giugno 2020, diventando il secondo presidente regionale più apprezzato d'Italia, appena dietro a Luca Zaia: il presidente veneto della Lega, tuttavia, pur arrivando al 75% delle preferenze, partiva già dal 60% di dicembre 2019, con un incremento di appena il 15% rispetto al +25% fatto registrare invece da Vincenzo De Luca.

Il presidente regionale della Campania, in forza al Partito Democratico, continua dunque a volare nei sondaggi. Merito, certamente, anche della gestione dell'emergenza coronavirus, che in Campania non ha sfondato. E che proprio la gestione della pandemia sia merito di questo incredibile balzo in avanti, lo dimostrano i numeri e le classifiche che appena pochi mesi fa davano il presidente regionale, se non in affanno, comunque in difficoltà rispetto ad altri governatori. A dicembre, le preferenze erano chiare: secondo la classifica stilata da Swg, il podio diceva Zaia, Bonaccini (Emilia-Romagna) e Fontana (Lombardia), con De Luca che era appena nono. Ora invece è secondo, incontrastato, dietro il solito Zaia e con un Fontana che invece è sprofondato dal 54% al 38%.

Resta da vedere se il sondaggio rifletterà anche il voto vero e proprio, che arriverà non prima di settembre-ottobre: tre mesi almeno, in cui si formeranno liste e coalizioni. Secondo un recente sondaggio di Tecnè, in Campania il primo partito resta ancora il Movimento Cinque Stelle, davanti al Partito Democratico. Quelli di centro destra, invece, seppur distaccati, potrebbero però in coalizione superare quota 50% ed ottenere la maggioranza in Regione. Insomma, un voto ancora del tutto incerto.