Torna il grande cinema a Napoli. Sorpresa alla Funicolare di Montesanto per le riprese di "Mina Settembre", la nuova fiction di Rai Uno, prodotta da Italian International Film, basata sull'ultima fatica letteraria di Maurizio De Giovanni che ha per protagonista una assistente sociale-detective dei Quartieri Spagnoli, interpretata dalla splendida attrice Serena Rossi. La serie, in 6 puntate, che dovrebbe andare in onda sulla prima rete Rai il prossimo autunno, è ambientata principalmente a Napoli.

Stupore alla Funicolare di Montesanto tra i viaggiatori, ciak col treno e decine di figuranti

Le riprese sono già iniziate e tra le prime location figura proprio la Funicolare di Montesanto, che oggi pomeriggio, 8 gennaio 2020, si è trasformata nel quartier generale per la troupe. Tra lo stupore generale dei viaggiatori che erano in attesa alla stazione di Montesanto è comparsa anche la protagonista Serena Rossi, con lunghi capelli lisci e avvolta in un elegante cappotto rosso. Per le riprese è stato utilizzato uno dei treni della funicolare in arrivo attorno alle ore 15,00 da San Martino, preso d'assalto da decine di figuranti. Disagi minimi per l'utenza, perché le scene hanno richiesto solo pochi minuti di riprese. Mentre a vigilare sulla sicurezza ci hanno pensato gli operatori dell'Anm, sempre presenti sul set.

La nuova fiction Rai ambientata al centro storico di Napoli

La nuova fiction di Rai Uno racconta le vicende di Gelsomina Settembre, detta Mina, l'assistente sociale-detective nata dalla penna dello scrittore Maurizio De Giovanni, autore del ciclo di romanzi del commissario Ricciardi e dei Bastardi di Pizzofalcone. La nuova serie è ispirata al romanzo giallo “Dodici Rose a Settembre”, edito da Sellerio. La protagonista, Mina, quarantenne divorziata, lavora in un consultorio ai Quartieri Spagnoli. Circondata da una ricca rosa di personaggi, il collega Domenico Gambardella, il portiere del palazzo dove abita Rudy Trapanese, il magistrato De Carolis. Nel corso delle sue avventure dovrà destreggiarsi tra mille difficoltà quotidiane e pericolosi serial killer. Primi ciak il mese scorso, tra le location scelte anche San Gregorio Armeno. Nelle prossime settimane, la troupe e gli attori si sposteranno in altri quartieri della città per le nuove riprese.