Una Tariffa Covid19 per i taxi a prezzo fisso di 6 euro a corsa, per spostarsi all'interno dello stesso quartiere. È una delle proposte lanciate dal Comune di Napoli ai tassisti napoletani nell'incontro di oggi a Palazzo San Giacomo in vista della Fase 2, che scatterà dal 4 maggio prossimo. Mentre si discute sulla possibilità di un'altra tariffa taxi per quelle vetture che faranno da supporto al servizio di trasporto pubblico, sostituendo le linee bus sospese. Due ipotesi per la fase 2 al momento non ancora definitive, mancano gli ultimi dettagli e non sono escluse modifiche dell'ultim'ora, anche sull'importo della tariffa. Il tavolo si è aggiornato alla prossima settimana. Entrambe le tariffe non partiranno lunedì 4 maggio, ma potrebbero arrivare entro il mese prossimo. Quel che è certo, invece, è che da lunedì 4 maggio ci saranno più taxi in strada. Sarà potenziata la flotta in esercizio, attualmente ridotta all'osso. Si tornerà a metà delle vetture in strada, per l'intera giornata. Per regolare chi sarà in servizio e chi di riposo si alterneranno le matricole dei tassisti pari e dispari, così come era in vigore nella prima ordinanza del sindaco Luigi de Magistris di marzo.

Taxi, da lunedì si torna a metà flotta in strada

Più taxi in strada dalla prossima settimana a Napoli. È quanto emerso dal confronto di oggi tra i rappresentanti di categoria e il Comune. L'ipotesi è di tornare a metà flotta in servizio, sulle 24 ore. Per i turni ci si organizzerà come a marzo, alternando le licenze pari e dispari. I tassisti inoltre si sono resi disponibili a dare una mano alla città, fornendo supporto al servizio di trasporto pubblico locale. Visto che i bus e la metropolitana funzioneranno a capacità ridotta a causa del distanziamento sociale, ci si potrà affidare ai taxi per alcuni spostamenti non coperti da Anm. Il tavolo si è aggiornato per individuare le linee e i tragitti che potrebbero essere coperti dai taxi, con una tariffa ad hoc. Mentre si è parlato anche della Tariffa Covid, per spostarsi all'interno dello stesso quartiere, per andare a fare la spesa, per esempio, di un importo stimato di 6 euro, ma che potrebbe cambiare. Ancora da definire le modalità. Non si sa, per esempio, se il servizio a tariffa fissa sarà fatto solo da alcuni taxi con posteggio dedicato e cartello informativo, o se lo faranno tutti a richiesta. Restano ovviamente confermate tutte le altre misure, come la necessità di pulire il taxi dopo ogni corsa, che già si fa adesso.