Lo Stadio San Paolo che sorge nel quartiere di Fuorigrotta di Napoli.
in foto: Lo Stadio San Paolo che sorge nel quartiere di Fuorigrotta di Napoli.

Otto tifosi del Napoli sono stati denunciati al termine della partita Napoli-Cagliari: il gruppetto stava infatti tentando di rubare alcuni dei vecchi  sediolini installati in questi giorni all'interno dell'impianto di Fuorigrotta al termine del match, valido per la 35esima giornata del campionato di Serie A 2018/2019, che volge ormai al termine. Degli otto denunciati, due sono minorenni: la scoperta è stata fatta dalle forze dell'ordine che, durante il deflusso del dopo-gara, hanno notato alcuni tifosi che stavano gironzolando attorno ai  sediolini con fare un po' troppo sospetto.

Ed infatti, i vari gruppetti si stavano adoperando per smontarli e portarseli via: a quel punto è scattata l'operazione che ha portato a fermare otto persone (sei maggiorenni e due minorenni), che ora devono rispondere dei reati di danneggiamento e furto aggravato. I lavori allo stadio San Paolo, intanto, non sono ancora terminati: una ulteriore accelerazione alla sostituzione dei seggiolini (di tipo azzurro nell'anello superiore e multicolor in quello inferiore) si avrà dopo il match di campionato contro l'Inter, ultimo appuntamento casalingo per il Napoli e penultima gara della stagione azzurra. I lavori finiranno in ogni caso prima dell'inizio delle Universiadi 2019, il cui avvio è previsto per mercoledì 3 luglio. Durante questi lavori all'interno del San Paolo, saranno montati anche due monitor, che poi resteranno in comodato d'uso alla società calcistica partenopea, a titolo gratuito, una volta che la rassegna internazionale sarà terminata. Sempre che i "soliti noti" non decidano di creare altri danni allo stadio, già per molti versi fatiscente, e lamentarsi poi dello stesso.