Una scossa di terremoto è stata registrata nella notte del 22 novembre in Campania, con epicento nel Golfo di Salerno, all'altezza dell'area tra Battipaglia e Agropoli. La magnitudo della scossa è di 3.1 sulla scala Richter, è avvenuta alle 4.33. Ne dà notizia l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.La profondità stimata del terremoto è stata di circa 0.2 chilometri. Numerose le chiamate arrivate nel cuore della notte ai centralini dei Vigili del Fuoco da Agropoli, Battipaglia, Pontecagnano, Eboli e Salerno. Sono state avviate fin dalla notte le verifiche, al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose e non ci sono state segnalazioni di danni strutturali ad edifici.

Un precedente terremoto nella stessa area, sempre con epicentro nel golfo di Salerno, ma al largo delle coste di Capaccio – Paestum, era stato registrato nei primi giorni del mese, nel pomeriggio del 5 novembre, a una profondità stimata di 22 chilometri che l'aveva fatta avvertire dalla popolazione come lieve nonostante la di magnitudo 3.4; era stato avvertito in varie zone della provincia di Salerno, soprattutto a Bellizzi, Pontecagnano, Battipaglia, Agropoli e in altri comuni del Cilento, e  anche nella Vallde dell’Irno, a Baronissi e Mercato San Severino e Cava dei tirreni. Il giorno precedente c'era stato un altro terremoto, di magnitudo 2.6 e con epicentro a 4 chilometri da Ricignano, in provincia di Salerno, che era stato avvertito distintamente nel Salernitano e anche a Potenza; in quel caso la profondità bassa aveva fatto sì che la scossa venisse avvertita anche a parecchi chilometri di distanza nonostante la magnitudo non elevata.