Terrore sulla Funicolare di Chiaia. È di poco dopo delle 16 l'avviso: "Anm informa che la Funicolare di Chiaia a Napoli è momentaneamente ferma per problemi tecnici". Ma in realtà, come confermano alcune persone che si trovavano a bordo in quei momenti, si sarebbe staccato un cavo dell'alta tensione che è poi caduto sul tetto di un vagone. "Rumore fortissimo di caduta durante la salita. I passeggeri a riparo sotto i sediolini. Turisti spaventati. A via Palizzi uscita di emergenza dal vano di guida. Pensavo di morire", riferisce uno dei testimoni.

Poco dopo è arrivata a Fanpage.it la conferma: il cavo ha stracciato il pantografo, e dunque si è generato il caos. E solo per miracolo non è accaduta una tragedia. La linea è stata interrotta perché si cerca di sostituire il cavo che ha causato il guasto e che, finendo sul tetto del convoglio, ha spaventato i passeggeri, che si sono nascosti sotto i seggiolini per la paura. Per ripartire con le corse, si cerca di trovare un nuovo pantografo, che è l'organo utilizzato per prelevare l'energia dalla linea aerea di contatto, che possa sostituire quello che il cavo, cadendo, ha stracciato: la situazione dovrebbe tornare normale già nelle prossime ore.

Giornata nera, insomma, anche oggi per il trasporto pubblico partenopeo: in mattinata si era registrato anche l'ennesimo guasto lungo la Linea 1 della metropolitana, che per un'ora aveva limitato la tratta da Dante a Piscinola, saltando così le fondamentali fermate di Toledo, Municipio, Università e soprattutto Garibaldi, che è il nodo di interscambio principale di tutta Napoli e provincia.