Tragedia in provincia di Benevento, precisamente a San Salvatore Telesino. Qui una bimba di soli 10 anni, di nazionalità rumena, è stata trovata morta annegata e senza indumenti nella piscina del parco di un ristorante. A dare l'allarme, il cliente di un pub vicino che, avendo visto il corpo della piccola in acqua, ha subito allertato i soccorsi, che non hanno potuto fare altro che decretarne il decesso. Una folla di persone, che si trovava nella centralissima piazza Salvatore Pacelli, si è riversata nel luogo dell'accaduto. Ancora non è chiara la dinamica dei fatti. La giovane vittima è stata vista allontanarsi intorno alle 19:30 di ieri, domenica 19 giugno, dalla chiesa del paese. La donna ha avvisato i Carabinieri dicendo che c'era un corpicino che galleggiava nella piscina del casale, che ieri era chiuso al pubblico. Gli indumenti e le scarpe della bambina sono stati trovati ai bordo della piscina, perfettamente piegati.

Cosa sia successo nelle quattro ore successive, prima della tragica scoperta, non è ancora chiaro. La bimba è stata vista nella chiesa che lei frequentava e dove faceva la chierichetta. Ieri avrebbe dovuto prendere parte alla processione del Santo Patrono, San'Anselmo, ma la processione è stata rimandata a causa del maltempo. Dopo aver saputo del rinvio la bimba avrebbe deciso di andare alle giostrine a pochi passi dalla chiesa. Lì si sono perse le tracce. A dare l'allarme è stato il papà, intorno alle ore 20. Intorno alle mezzanotte, dopo ore di ricerche, la terribile scoperta. Mentre si aspettano i risultati dell'autopsia sul corpo della bambina e continuano le indagini della magistratura, è arrivato il cordoglio unanime di tutta la comunità, a partire dal primo cittadino e dal parroco, che hanno fatto arrivare le loro condoglianze alla famiglia. La visita esterna sul corpo della bimba evidenzierebbe una morte per asfissia e non per annegamento. Solo i risultati dell'autopsia stabiliranno le cause del decesso.