Sono forti – e destinate a far discutere – le dichiarazioni del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in riferimento a quanto accaduto ieri su un treno della Circumvesuviana (linea gestita da Eav), che ha preso fuoco, costringendo i passeggeri a scendere e a proseguire a piedi sui binari fino alla stazione successiva. "Quando ho visto le immagini di quello che è accaduto ieri alla Circumvesuviana mi è venuto il sangue agli occhi, credo che quei passeggeri avrebbero dovuto prendere il mitra per il disagio sopportato" ha detto il governatore campano.

"Dobbiamo ricordare – ha proseguito De Luca – che scontiamo decenni di nulla nel trasporto pubblico, ci sono mezzi che stanno lì da trent'anni perché da allora non si è avviata una politica di treni e mezzi su gomma, né c'è stato un intervento per sulla sicurezza dei binari e sui sistemi di controllo delle stazioni ferroviarie". Il presidente della Campania si è espresso anche sul futuro del trasporto pubblico nella regione: "Ora abbiamo acquistato i primi 24 treni jazz, li abbiamo consegnati a Trenitalia per un'altra parte del servizio pubblico ed è in corso un programma di acquisto di altri 80 treni. Tra poco saremo la regione d'Italia che avrà i mezzi pubblici più avanzati. Un po' di pazienza, non possiamo che vivere con grande indignazione quello che succede ma è il frutto di decenni di abbandono".