Un 33enne è stato arrestato nella zona della Duchesca mentre trasportava un chilo di marijuana; teneva la droga nascosta in una scatola da scarpe, sperando con quello stratagemma di superare eventuali controlli, ma alla vista delle forze dell'ordine si è tradito: ha tentato la fuga, è stato raggiunto e bloccato. Il giovane è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'arresto è avvenuto nella mattinata di ieri, 18 febbraio, in vico Duchesca, nei pressi della Stazione Centrale di Napoli, a pochi passi da piazza Garibaldi. Il giovane, di origine nigeriana, era da solo in strada quando si è imbattuto in una pattuglia del commissariato Vicaria Mercato, che era in zona per un servizio di controllo del territorio di routine. Gli agenti lo hanno visto mentre cambiava improvvisamente direzione e cercava di allontanarsi e hanno notato la scatola che aveva tra le mani. Lo hanno inseguito, bloccato e hanno controllato il contenuto: al posto delle scarpe c'era un chilo di marijuana, diviso in 8 buste di varie dimensioni, ancora da suddividere in confezioni da vendere.

L'ipotesi investigativa è che quella marijuana fosse destinata a una delle piazze di spaccio della zona, gestite "in appalto" da cittadini extracomunitari: da tempo, infatti, nella zona della stazione centrale la camorra sfrutta manovalanza africana per la vendita di droga, occupandosi soltanto dell'acquisto "all'ingrosso" delle partite e scaricando sui pusher di strada i rischi degli arresti. Ad ottobre era stato arrestato un altro africano: nel trolley aveva 900 grammi di marijuana, che sarebbero stati consegnati agli spacciatori del Vasto.