Sono ufficialmente partiti i lavori di riqualificazione della Darsena di Pozzuoli, l'antico borgo dei pescatori all'ombra del Rione Terra, il vecchio centro storico sgomberato nel 1970 causa bradisismo e che, poco a poco, sta tornando anch'esso alla vita. Dopo che parte dell'area è stata transennata già mesi fa, l'altro ieri i tecnici del Comune guidato dal sindaco Vincenzo Figliolia hanno abbattuto il muretto di tufo che affacciava sulle barchette dei pescatori assiepate nello specchio d'acqua. La novità sostanziale, almeno da quello che trapela dall'unico rendering diffuso, è la scalinata che costeggerà proprio il mare, una specie di arena, tra i locali di via San Paolo e la chiesa dell'Assunta.

Si dovrebbe procedere poi anche alla completa ripavimentazione della Darsena, utilizzando in parte cemento e in parte il basolato già esistente, che verrà rimosso e poi nuovamente riposizionato. Saranno abbattute anche le barriere architettoniche, come ad esempio il dislivello esistente a via San Paolo tra la zona dei locali e quella antistante che conduce al mare, mentre il chiosco che sorge alla fine dell'oramai ex muretto di tufo sarà spostato per consentire una visuale miglior di tutta la Darsena.