Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Stava distruggendo il muro di un edificio a colpi di manganello: per questo, un ragazzino di 15 anni, è stato denunciato dai carabinieri. L'episodio nella notte tra sabato e domenica al Vomero, quartiere collinare di Napoli: i militari dell'Arma della locale compagnia, impegnati in controlli del territorio in borghese, hanno notato il 15enne, in compagnia di alcuni amici – tutti minori – in via Rossini, mentre era intento a sferrare colpi di manganello contro il muro di uno stabile; i carabinieri lo hanno così raggiunto e bloccato. Con i militari, il ragazzino si è giustificato dicendo che il manganello non era suo, che glielo aveva prestato un amico e che lo stava "provando". Il 15enne è stato così identificato e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere; portato in caserma, è stato riaffidato ai genitori, allertati dai carabinieri. L'arma utilizzata per l'atto vandalico, un manganello telescopico lungo circa 40 centimetri, è stato invece posto sotto sequestro.

Lo scorso venerdì, 10 gennaio, alcuni agenti della Sezione Falchi del commissariato Montecalvario della Polizia di Stato sono stati aggrediti a colpi di mazza da baseball da due malviventi: è accaduto ai Quartieri Spagnoli, nel cuore di Napoli. I poliziotti sono stati minacciati anche con una pistola: dopo una breve colluttazione, sono riusciti ad arrestare i due aggressori, entrambi già noti alle forze dell'ordine.