Costretti ad abbandonare le proprie case e a trovare un riparo di fortuna: sono quasi 100 gli sfollati a causa della grossa voragine che, nella notte tra martedì e mercoledì, ha inghiottito parte di via Masoni, nella zona dei Ponti Rossi. Questa notte, le persone evacuate, hanno trovato riparo nella palestra della scuola Nicolini-Di Giacomo, sempre ai Ponti Rossi, come rende noto Ivo Poggiani, presidente della III Municipalità di Napoli, che su Facebook, nella serata di ieri, ha fornito gli ultimi aggiornamenti sulla situazione.

"Dopo la frana del cantiere di questa notte, il lavori di Abc proseguono velocemente. Tra poche ore dovrebbero essere riattivare le utenze idriche, si lavorerà tutta la notte, meteo permettendo. Nel frattempo la Protezione Civile, assieme al Comando della Polizia Municipale, ha allestito la palestra della Scuola Nicolini/Di Giacomo con 50 brandine. Un grazie alla Preside e all'Istituto scolastico che velocemente hanno messo a disposizione degli sfollati la struttura" scrive Poggiani.

Nella notte tra martedì e mercoledì, intorno alle 3, a causa dei violenti temporali che, da ore, si stanno abbattendo su Napoli, una grossa voragine si apre su via Masoni, inghiottendo la strada da marciapiede a marciapiede. Per fortuna, vista l'ora tarda, non si segnalano feriti: inoltre, l'area era già delimitata da un cantiere per alcuni lavori di consolidamento. In via precauzionale due palazzi, circa 25 famiglie in totale, sono stati evacuati per il rischio di eventuali crolli e fughe di gas.