Sono arrivati 15 nuovi bus per l'Anm di Napoli. Modello Citymood, con tutti i comfort. Saranno in servizio dal 1 luglio sulle Linee 140, C12, R6 e R7. Andranno a sostituire in parte i vecchi pullman modello 490 che risalgono agli anni '90. I nuovi pullman, acquistati con i fondi dell'Acamir, l'Agenzia Regionale della Mobilità della Campania, sono al momento al deposito di Fuorigrotta, si tratta del secondo lotto di bus già consegnati. Prima di entrare in circolazione dovranno essere assicurati. A questi si aggiungono altri 13 minibus nuovi che stazioneranno al deposito di piazza Carlo III, più grandi dei vecchi pollicini, in modo da passare nei vicoli, ma non creare problemi per il distanziamento sociale, che entreranno in servizio a settembre, sulle linee C63, 178 e 678. “Una buona notizia – commenta Nino Simeone, presidente della commissione Trasporti del Comune di Napoli – un altro piccolo passo verso il rinnovo del parco autobus di Napoli, grazie ai contributi della Regione Campania. Stiamo lavorando affinché nei prossimi mesi ne arrivino anche altri”. Intanto Anm sta aggiornando la circolazione degli Alibus, seguendo il ritmo di avanzamento dei collegamenti aerei sull’aeroporto di Capodichino. Da domani, 1 luglio, l’Alibus partirà ogni venti minuti.

I nuovi bus Citymood

I nuovi bus Citymood sono pullman di ultima generazione, con aria condizionata e tutti i comfort. I nuovi pullman saranno utilizzati a partire da luglio, andando a coprire anche linee balneari, come la R7. Mentre i minibus entreranno in funzione a settembre e saranno usati per coprire le linee sospese in passato e a potenziare alcune tratte come la Carlo III-Secondigliano, effettuata con la C85. “Questi – commenta Rosanna Laudanno, consigliera della II Municipalità – sono i nuovi 14 bus per Anm Napoli, il trasporto pubblico della terza città di Italia. Ancora oggi non ho capito perché quando si parla di mobilità sostenibile si dimenticano i bus ed il settore trasporto pubblico.
I trasporti e la rete dei servizi pubblici dovrebbe essere il fiore all’occhiello di una città ma soprattutto dovrebbe essere all’ordine del giorno dell’azienda per garantire a Napoli una mobilità sostenibile che vada oltre le bici ed i monopattini elettrici”. I 13 minibus sono la prima parte di una fornitura che prevede anche 40 nuovi bus Citymood: i primi 11 sono in arrivo nelle prossime settimane. "Stiamo rinnovando la flotta di Anm su ferro e su gomma – spiega l'assessore ai trasporti e vicesindaco di Napoli Enrico Panini – puntando sui collegamenti che semplifichino la vita dei cittadini e, in prospettiva, dei turisti che stanno già tornando. I nuovi minibus sono smart, comodi e adatti ai nuovi concetti della mobilità urbana, che sta cambiando. In più guardiamo alla tutela del nostro ambiente, sostituendo mezzi vecchi con bus che hanno un impatto molto minore sull'inquinamento cittadino".

In arrivo 13 minibus nuovi

La flotta bus Anm al servizio dei cittadini, si arricchisce da questa settimana di nuovi automezzi. I primi ad arrivare 13 minibus che saranno consegnati nei prossimi giorni. I nuovi mezzi sono stati acquistati attraverso un cofinanziamento che prevede la copertura del 70% da parte della Regione Campania e del 30% da parte di Anm. I minibus in arrivo sono mezzi della lunghezza di 7 metri, prodotti da Iveco, dotati di aria condizionata, con motore EURO 6 e perfetti per muoversi agilmente nel traffico cittadino. La particolare disposizione dei posti a sedere li rende molto adatti anche al periodo del Covid19, visto che in condizioni normali possono trasportare 40 passeggeri, ma ora la capienza arriva a 20. I bus, dopo una veloce formazione del personale alla guida, dai primi giorni di luglio saranno utilizzati su tre linee: la C63 che collega Ponti Rossi, Capodimonte e Piazza Dante, le linee 178 e 678 che servono l’area nord di Napoli, collegando Piscinola, Frullone e Secondigliano. Nei prossimi mesi, Anm prevede anche di riprendere la circolazione su tratte che tradizionalmente erano servite dai vecchi “pollicini”, utilizzando appunto i nuovi minibus (come C85, C76, 144, 177). “Prosegue, per questo lotto grazie al cofinanziamento Regione Campania – Anm, un lavoro di rinnovamento della flotta di autobus – spiega Nicola Pascale, Amministratore Unico di Anm – per fornire un servizio sempre più adatto alle esigenze di mobilità della città. I nuovi mezzi hanno motori poco inquinanti e potranno a breve consentirci di riprendere la circolazione su alcuni tratti nei vicoli di Napoli. Uno dei nuovi minibus potrebbe presto consentirci di riattivare la linea al servizio di Marechiaro”.