Fa discutere la foto di un bimbo "travestito" dal defunto boss della Paranza dei bimbi di Forcella. Il piccolo ha emulato il ventenne capo della terza generazione della camorra nel centro storico di Napoli, è stato ucciso il 2 luglio 2015 nell'agguato che ha dato la stura a una sanguinosa faida che ha visto contrapposti i Sibillo – Giuliano – Amirante alla famiglia Mazzarella.  È quanto scrive oggi il quotidiano Metropolis di Napoli.

La foto è stata scattata probabilmente in occasione dello scorso Carnevale e mostra il bimbo con barba finta, pistola in mano, con tanto di rolex al polso e occhiali da sole. Il look del boss ragazzino al quale è stata dedicata anche una cappella votiva in un palazzo del centro storico e un video, con le canzoni di Eros Ramazzotti.  Postata sui social network da qualche giorno ha scatenato una ridda di polemiche. Il bambino e' ritratto  La foto, scrive sempre il quotidiano napoletano risale molto probabilmente allo scorso Carnevale, anche se da qualche giorno viene postata sui social. Sulla vicenda è intervenuto anche lo scrittore e studioso Isaia Sales: "Dire che si tratta solamente di un problema culturale – ha commentato – è davvero complicato".

Emanuele Sibillo
in foto: Emanuele Sibillo