Una grande festa quella andata in scena nella notte, per Capodanno, a piazza Plebiscito, gremita da decine di migliaia di cittadini e turisti. Il pianista Stefano Bollani e il cantautore Daniele Silvestri hanno animato il classico concerto per la notte di San Silvestro, facendo ballare e cantare la piazza: il pianista piemontese – che lo scorso 30 dicembre è diventato cittadino onorario di Napoli – ha omaggiato Renato Carosone, dal momento che nel 2020 si celebra il centenario della nascita del grande artista partenopeo; Bollani ha cantato ‘O Sarracino, Torero, Caravan Petrol e Tu vuò fa l'americano. Daniele Silvestri, invece, si è cimentato nei grandi successi della sua carriere ultradecennale: il cantautore romano ha cantato Salirò e altre sue canzoni famose. Silvestri ha anche augurato ai presenti un anno sereno. A seguire, napoletani e turisti hanno potuto assistere ai fuochi d'artificio a Castel dell'Ovo e hanno poi ballato nella grande discoteca all'aperto organizzata sul lungomare.

"Sono molto soddisfatto. Il Capodanno è stato un grande successo ed è andato benissimo sia in piazza che sul lungomare con i fuochi d'artificio davanti Castel dell'Ovo e la discoteca e con i servizi che hanno retto, in particolare i trasporti, nonostante gli scetticismi delle ore precedenti. La città ha dato grande prova di maturità" è stato il commento del sindaco di Napoli Luigi de Magistris. "È una serata speciale perché per la prima volta suono a Napoli da cittadino onorario ma soprattutto perché omaggiamo Carosone che è stato il mio modello da quando avevo 11 anni e mi ha traghettato verso la buona musica. Auguro a tutti che sia un anno di trasformazione" ha invece dichiarato Stefano Bollani.