Pocho, il cane poliziotto della questura di Napoli
in foto: Pocho, il cane poliziotto della questura di Napoli

L'infallibile fiuto di Pocho, il noto cane antidroga del Reparto Cinofili della polizia di Napoli, ha colpito anche a Capri. Nel weekend il personale del commissariato di Capri, coordinato dal vice questore Maria Edvige Strina, ha operato una serie di controlli sull'isola con la preziosa collaborazione dell'unità cinofila nota per i risultati ottenuti nella lotta al contrasto del traffico di stupefacenti in zone ad alta criticità di Napoli e della sua provincia. I controlli si sono svolti durante la mattina di oggi domenica 12 agosto nella zona del porto di Capri e al pomeriggio nel territorio di Anacapri. Al termine dell'operazione gli agenti della Sezione Anticrimine e del Reparto Volanti hanno scoperto e sequestrato 40 grammi di marijuana e diverse piante.

Un cane poliziotto

Gli agenti della Polizia di Stato sono al lavoro anche ad agosto con l'operazione “Estate sicura”, coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine. In particolare, sull'isola di Capri, sono stati immortalati in uno scatto durante il servizio per i controlli antidroga che li ritrae con il simpatico cane poliziotto Pocho. Non un Pastore Tedesco, come si potrebbe pensare ma un piccolo Jack Russel tutto pepe, intelligentissimo e valido aiuto nello scovare i ‘furfanti'. Poi, la foto è finita su Instagram, per deliziare tutti i suoi fan, che hanno augurato al poliziotto "a quattro zampe" buon lavoro. In Campania la Polizia di Stato ha svolto controlli nelle zone di Napoli e Caserta, in città e sul litorale.

Operazione "Estate Sicura"

L'operazione "Estate Sicura" risponde alle maggiori necessità di controllo che derivano dai mesi estivi quando, secondo quanto si apprende dalle forze dell'ordine, aumentano i furti in appartamento, specialmente nelle grandi città che si spopolano, e c'è l’esigenza di una forte azione di contrasto ai reati predatori, intensificando i servizi di prevenzione e repressione. L'operazione è stata pianificata per aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini e contrastare furti e rapine.

I controlli in Italia

La Polizia di Stato ha concluso la terza fase dell’operazione sviluppata in tre giornate consecutive in 21 città dislocate su tutto il territorio nazionale: oltre alle città Campane, da Asti, Bolzano, Vercelli Verona, Chieti, Imperia,  a Campobasso, Potenza, reggio Calabria, Sassari e Siracusa, passando per Modena, Pistoia, Rimini, Roma, Siena e Viterbo). “Estate Sicura” ha visto, nella fase di pianificazione ed individuazione degli obiettivi, il concorso delle Squadre Mobili e, nella fase esecutiva, quello di tutte le componenti dedicate al controllo del territorio (Volanti e Reparti Prevenzione Crimine), e della Polizia Scientifica per la rilevazione di impronte digitali o biologiche.