Il gruppo comunale del Movimento 5 Stelle boccia ogni ipotesi di "alleanza" con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che è alla ricerca disperata di supporto sia per le Elezioni Regionali 2020 che per un candidato unitario da presentare alle elezioni Comunali del 2021. "De Magistris sta lasciando in eredità una città invivibile; ha portato la città ad aumentare i debiti e a scaricarli alle future generazioni, a non riuscire ad assicurare più servizi degni di questo nome, senza una idea di città perché carente nella pianificazione e nell'organizzazione. Il sindaco, con la sua narrazione di una realtà virtuale, continua a raccontare fantasie con la presentazione del rendiconto “capolavoro” evitando di parlare dei problemi reali di Napoli". A parlare sono Marta Matano e Matteo Brambilla, consiglieri comunali 5S, in aperta contrapposizione anche con l'area più dialogante quella che fa riferimento a Roberto Fico. Anche il presidente della Camera, tuttavia, non avrebbe gradito le ultime esternazioni del sindaco partenopeo anti-M5S subito dopo le Elezioni Europee.

Napoli, M5S contro De Magistris

"Il sindaco, andando avanti con la politica del tutti intorno a me – attaccano Brambilla e Matano – ha fatto terra bruciata dei partiti della sua coalizione, che continua a variare nella sua composizione perché i gruppi, per poter contare di più, ad ogni passaggio delicato in aula chiedono posti e nomine. Ci dissociamo da questo modo di fare politica lontani anni luce dal movimento che rappresentiamo. Qualsiasi ipotesi di patto elettorale tra il Sindaco e il Movimento 5 Stelle è inesistente, pertanto rispediamo al mittente queste offerte di alleanza elettorale. Dalle Elezioni Europee emerge che siamo la prima forza politica in Città e in Campania e non abbiamo bisogno di allearci con nessuno, noi siamo perfettamente in grado di individuare un nostro candidato, chiarendo – concludono – che il nostro principale candidato è il programma".