Il report Moovit sull’impatto del Coronavirus sui trasporti dal 15 gennaio al 1 aprile 2020
in foto: Il report Moovit sull’impatto del Coronavirus sui trasporti dal 15 gennaio al 1 aprile 2020

Crollano i viaggiatori sui trasporti pubblici a Napoli e in Campania per il Coronavirus. Passeggeri giù del 91,5%, secondo Moovit, dal 15 gennaio scorso ad oggi primo aprile 2020. La popolare App per gli spostamenti in città sui mezzi pubblici, infatti, ha pubblicato sul proprio sito lo studio sull'“impatto del Coronavirus (Covid-19) sull'utilizzo del trasporto pubblico”, mettendo a confronto nove città e regioni (Roma e Lazio, Torino e Asti, Milano e Lombardia, Napoli e Campania, Genova e Savona, Bologna e Romagna, Firenze, Venezia, Palermo e Trapani). Napoli e la Campania sono al secondo posto per la perdita maggiore di trasportati (-91,5%), dietro Palermo e Trapani (-92%), e davanti a Firenze (-91,3%). Il grafico mostra l'impressionante crollo dei viaggiatori sui mezzi pubblici mano a mano che si diffondevano le notizie sul contagio anche in Italia. Il calcolo è basato sulla percentuale della diminuzione di utilizzo del trasporto pubblico, rispetto all'utilizzo in una giornata lavorativa, a causa dell'emergenza Covid-19.

Il crollo dei viaggiatori a Napoli dopo il caso Codogno

Fino al 15 gennaio a Napoli (colore verde) si registra una crescita di passeggeri del 12,9%, la più alta tra le città esaminate, poi, a partire dal 21 gennaio comincia una fase calante di pari passo con le prime notizie sul contagio in Cina con una perdita di passeggeri che si mantiene tra il -5 e il -10% per quasi tutto il mese di febbraio, per precipitare poi nell'ultimo weekend del mese, quando scoppia il caso Codogno, venerdì 21 febbraio. Da lunedì 24 febbraio il crollo è continuo: si passa dal -5,8% al -21,6% di utenti del primo marzo. Un'altra stangata arriva il 9 marzo, con il Dpcm sulla stretta agli spostamenti, con il -34,6%. Dieci giorni dopo il calo arriva al -90%. Il trend è più o meno simile in tutte le città, con l'eccezione di Venezia che fino al 22 febbraio registra una crescita del 31,7%, poi anche qui l'effetto Codogno genera un crollo rapido.

Come è stato realizzato lo studio

L'indice per la mobilità pubblica di Moovit, come è spiegato sul sito dell'App, aiuta a scoprire come gli abitanti dell'area di Napoli e Campania si muovono ogni giorno con i mezzi pubblici e compara queste informazioni con altre città. Si possono visualizzare la media di viaggio e di attesa delle persone che utilizzano quotidianamente i mezzi pubblici, le distanze che devono affrontare nell'area di Napoli e Campania, includendo anche gli spostamenti a piedi. Nell'area di Napoli e Campania sono state prese in considerazione 6 tipologie di mezzi di trasporto, tra cui: Metro, Treno, Bus, Navigazione, Percorso speciale & Funicolare, con corse effettuate da diversi operatori, tra cui Azienda Napoletana Mobilità, Trenitalia, MCNE (EAV), Trenitalia, SEPSA (EAV), Circumvesuviana (EAV), EAV, Trenitalia, ANM, CTP & CSTP.

Lo studio di Moovit è consultabile al seguente link:

https://moovitapp.com/insights/it/Analisi_Moovit_sull_indice_per_la_mobilit%C3%A0_pubblica_Italia_Napoli_e_Campania-882