Il Comune di Lauro, in provincia di Avellino, ha deciso la chiusura delle scuole del territorio per evitare situazioni di potenziale rischio, vista la presenza nel comune di alcune persone provenienti da Codogno e attualmente sottoposte a quarantena. Lo si legge sul sito del Comune guidato dal sindaco Antonio Bossone. L'ordinanza, che dispone la chiusura delle scuole "di ogni ordine e grado", è stata presa "visto l'emergere della situazione, ormai nota all'intera collettività, della presenza sul territorio del Comune di Lauro di alcuni casi di quarantena di soggetti provenienti da zona ritenuta ad alto rischio virale e precisamente da Codogno". Il provvedimento, quindi, è stato dettato da "misure precauzionali al fine di tutelare la collettività" e durerà "fino a data da destinarsi".

A Benevento il sindaco Clemente Mastella ha deciso di sospendere tutte le manifestazioni in programma per il Carnevale; la stessa decisione anche a Pozzuoli, con ordinanza emanata dal sindaco Vincenzo Figliolia, così come a Capaccio Paestum (Salerno) e a Caserta.

Le scuole invece saranno chiuse, oltre che a Lauro (Avellino), anche a Sant'Agata de' Goti (Benevento), fino a giovedì 27, per la presenza di un docente in servizio a Castelpusterlengo e per il rientro di una scolaresca da Milano e Verona; a San Giuseppe Vesuviano (Napoli),  dove c'è una forte presenza cinese; A Eboli (Salerno), con stop alle attività didattiche fino a sabato 29 e dell'asilo nido fino al 27 per sanificazione ambienti; a Cardito (Napoli), fino al 28 febbraio, per ordine del sindaco Luigi Cirillo, per consentire gli interventi di sanificazione nelle strutture scolastiche. Partita la disinfezione delle scuole anche a Sarno e Pellezzano.