C'è la prima vittima per Coronavirus ad Ischia. Si tratta del 70enne Claudio Picconi, molto conosciuto sull'isola perché era stato vicesindaco del Comune di Barano e negli anni '90 dirigente dell'Ischia Isolaverde, la squadra di calcio rappresentativa dell'isola. Picconi è deceduto all'ospedale Rizzoli di Ischia, dove era stato ricoverato a seguito dell'insorgere di complicazioni respiratorie. Successivamente è risultato positivo al tampone per il Covid-19. Il dolore per la sua perdita sull'isola è enorme.

Il sindaco di Barano Gaudioso: "Vicini alla sua famiglia"

Immediato l'attestato di vicinanza e cordoglio per la famiglia da parte di istituzioni e amici. Tra questi anche il sindaco di Barano, Dionigi Gaudioso, che lo ricorda commosso: "Apprendo con immenso dolore – spiega il primo cittadino di Barano d'Ischia in un post sul suo profilo social – che l'amico Claudio Picconi non ce l'ha fatta a vincere la sua battaglia. Ci lascia, prematuramente, un professionista ben voluto da tutti, che si è distinto anche per il suo impegno politico, sociale e sportivo. Alla sua famiglia, ai suoi cari vanno le mie più sentite condoglianze. Ciao Claudio".

Negli scorsi giorni a Ischia si erano registrate anche tensioni a causa del Coronavirus. Solo ieri il sindaco di Barano Dionigi Gaudioso aveva tracciato il bilancio dei contagiati nel Comune che amministra, dove si registravano 12 persone positive al Coronavirus, delle quali una "ricoverata presso l’Ospedale “Rizzoli". "Colgo l’occasione – aveva detto il primo cittadino – per rivolgere nuovamente l’invito alla Cittadinanza a restare tranquilla e ad attenersi scrupolosamente alle regole di “distanziamento sociale”, che ad oggi rappresentano l’unico strumento efficace per debellare l’epidemia. È di ieri sera la notizia di un nuovo caso di positività al Coronavirus tra i residenti del nostro Comune. Le condizioni del nostro concittadino – aveva concluso Gaudioso – sono buone: attualmente si trova in isolamento domiciliare ed a lui vanno gli auguri per una rapida guarigione".