È venuto a mancare il coordinatore dei bus della Anm che era risultato positivo al contagio da Coronavirus una settimana fa. Il lavoratore dell'azienda di trasporto del Comune di Napoli aveva 61 anni ed era ricoverato dal 17 marzo all'Ospedale di Boscotrecase, in provincia di Napoli, dove era stato subito portato in terapia intensiva. "Siamo vicini alla famiglia di Ettore Spigno – afferma il sindaco Luigi de Magistris – il lavoratore di Anm deceduto poco fa a seguito del contagio da Covid-19. L’Amministrazione comunale e l’azienda di trasporto pubblico esprimono il più profondo cordoglio per la scomparsa di Ettore e non mancheranno di sostenere la sua famiglia".

Ricoverato dal 17 marzo a Boscotrecase

Il dipendente era in servizio presso gli uffici della movimentazione dei pullman e non aveva rapporti con il pubblico. Secondo quanto riferito dall'Anm, il lavoratore era in ferie dal 5 marzo scorso a Torino e sarebbe rientrato a Napoli il 10 marzo, ma non sarebbe tornato in servizio. Pochi giorni dopo il rientro in città aveva avvertito i primi sintomi del contagio. Quindi la diagnosi di positività al tampone. Dal 17 marzo era stato poi ricoverato all'Ospedale di Boscotrecase, dove era stato subito messo in terapia intensiva. Oggi non ce l'ha fatta.

Tornava da un viaggio a Torino

L'impiegato di Anm che ha contratto il Coronavirus, da quanto si apprende da Anm, al suo rientro a Napoli ha fatto un percorso in auto con un collega, poi messo in isolamento. Questo accadeva il 10 marzo. Anm ha informato l'Asl della situazione, mentre l'azienda sanitaria ha attivato i protocolli di monitoraggio sanitario.

"Una notizia dolorosissima per tutta la comunità del trasporto pubblico – commenta Nino Simeone, presidente della commissione comunale Trasporti – Il coordinatore d'esercizio dell'Anm, ricoverato in ospedale per il Coronavirus, purtroppo non c'è l'ha fatta. Questa notizia ha provocato una profonda tristezza in tutti noi che facciamo parte della comunità del trasporto pubblico locale".