Matteo Renzi a Napoli per la presentazione del suo libro.
in foto: Matteo Renzi a Napoli per la presentazione del suo libro.

Matteo Renzi si schiera a favore di Vincenzo De Luca in vista delle prossime regionali in Campania. Lo ha detto lo stesso leader di Italia Viva, la formazione politica nata da una costola del Partito Democratico, e che alle elezioni del prossimo 12-13 settembre per la corsa a Palazzo Santa Lucia darà dunque il proprio appoggio al presidente uscente, eletto cinque anni fa proprio con il PD e che si troverà di fronte Stefano Caldoro come candidato unico del centrodestra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia) e Valeria Ciarambino (Movimento Cinque Stelle).

Renzi è giunto a Napoli nelle scorse ore per la presentazione del suo libro, "La mossa del cavallo", che si è tenuta all'anfiteatro di Città della Scienza. A margine dell'evento, l'ex-leader del Partito Democratico non si è tirato indietro alle domande dei cronisti ed in primis sull'argomento particolarmente "caldo" delle imminenti elezioni regionali in Campania. "La Mossa del cavallo vuol dire questo", ha spiegato ai cronisti, "smettere di lamentarsi soltanto. I problemi ci sono? Sì, ma possiamo affrontarli. E io credo molto nella forza di Napoli, di questa città meravigliosa. Tra qualche mese", ha spiegato Matteo Renzi, "ci saranno le elezioni in Campania con la vittoria io spero di Vincenzo De Luca e poi le elezioni in questa stupenda città. E noi ci saremo con il sorriso, l'entusiasmo e tanta bella gente. È chiaro che oggi la partita della Campania si gioca innanzitutto intorno al ruolo di Vincenzo De Luca", ha quindi sottolineato Renzi, "ha governato bene la vicenda coronavirus e a lui, come a tutte le persone che hanno lavorato bene non mancherà il nostro appoggio". Spazio infine anche per un bagno di folla, selfie e autografi sulle coppie del libro, con qualche battuta a sfondo calcistico: da storico tifoso della Fiorentina infatti, Matteo Renzi ha replicato ad un tifoso tra il pubblico "Nessun odio per la Juventus, ma quando si perde, si perde".