Da lunedì 11 maggio a Napoli saranno riattivate le Ztl cittadine, ad eccezione di quella di Marechiaro, che sarà ripristinata a giugno. Mentre le strisce blu per la sosta, sospese per il Coronavirus dal 19 marzo scorso, restano ancora gratis per chi è impegnato nell'emergenza Coronavirus. Gli uffici tecnici del Comune di Napoli e dell'Anm, che gestisce la sosta, sono già pronti per partire. Ma si aspetta ancora l'ufficializzazione da parte del Municipio che potrebbe arrivare nelle prossime ore. Una decisione che però trova contraria la commissione Mobilità del Comune di Napoli, che ha firmato un documento congiunto nel quale chiede “la proroga della sospensione delle Ztl per venire incontro alle necessità dei cittadini e alla ancora scarsa offerta del trasporto pubblico”. Non sono escluse quindi possibili novità dell'ultim'ora. Compresa la possibilità di uno slittamento della riapertura, anche se gli uffici tecnici, come detto, sono già pronti a partire con la riattivazione da lunedì 11 maggio.

L'assessore Clemente: Ztl riattivate da lunedì 11 maggio

Il Comune di Napoli e l'Anm, il 19 marzo scorso, avevano sospeso il pagamento delle strisce blu per alcune categorie di lavoratori che hanno continuato a lavorare nel pieno del periodo dell'emergenza Coronavirus di marzo e aprile, medici e infermieri, ma anche volontari. Una decisione che scaturiva dall'azzeramento soprattutto dei trasporti pubblici, che ha costretto chi ha lavorato in questi mesi a dover ricorrere alla propria vettura privata. Con la fase 2, però, questa esigenza si è ridotta, anche si i trasporti pubblici funzionano ancora a meno del 50% e viaggiano a capienza ridotta a causa delle regole per il distanziamento sociale: appena 15-20 persone su un bus. Massimo 400 su un treno della Linea 1. L'assessore alla Mobilità sostenibile Alessandra Clemente ha annunciato la riapertura dei varchi delle Ztl cittadine a partire da lunedì prossimo, nel corso della riunione di commissione Viabilità, presieduta da Nino Simeone, che si è tenuta questa mattina. Contrari i commissari: “La Commissione Infrastrutture Lavori Pubblici e Mobilità, nel prenderne atto, invita gli Assessori in indirizzo a rinviare qualsiasi decisione in merito soltanto dopo un confronto in questa stessa Commissione, competente in materia”. Nel corso della riunione, il presidente Simeone ha annunciato che l'assessorato alle Infrastrutture ha ricevuto la richiesta della Metropolitana di sospensione dei fitti dei locali interni alle stazioni per i mesi dell'emergenza, un altro tema, insieme a quelli delle Ztl e delle strisce blu, sul quale la commissione aveva presentato proposte agli assessorati competenti in senso favorevole all'utenza.

Ecco gli orari delle Ztl dall'11 maggio 2020:

Nella fase 2 dell’emergenza da Coronavirus, in vista di una ripresa delle attività e di un consequenziale incremento di domanda mobilità, al fine di contenere gli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione, sulla salute, sull’ordine pubblico, sul patrimonio ambientale culturale, l’Amministrazione procede alla riattivazione dei quattro varchi telematici di controlli degli accessi delle ZTL cittadine che erano state sospese nella fase 1, con il ripristino, a partire da lunedì 11 maggio, dei consueti orari di attivazione:

  • ZTL Tarsia, Pignasecca, Dante: dalle 9 alle 18 tutti i giorni
  • ZTL Centro Antico: – via del Sole (dopo l'ingresso dell'Ospedale) attivo dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle ore
    22.00 e venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 9.00 alle ore 24.00 e fino
    alle ore 2.00 del giorno successivo.
  • via Miroballo attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 – via Duomo (altezza piazza Museo Filangieri) attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00
  • via Santa Sofia (altezza via Oronzio Costa) attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 – ZTL Piazza del Gesù: H24 tutti i giorni
  • ZTL Belledonne, Martiri,Poerio: dalle 19 alle 07 del giorno successivo