Ferragosto di tensione nel quartiere Vasto, nel cuore di Napoli. Alcune persone di colore si sono letteralmente "affrontate" a mani nude prima e poi a colpi di bottiglia. L'episodio è stato ripreso da alcuni residenti del quartiere, in Via Palermo, esasperati da questi episodi che stanno diventando ormai quotidiani. E la tensione è ormai palpabile, con i residenti che segnalano continuamente questi episodi alle forze dell'ordine.

L'ultimo in ordine di tempo risale proprio a ieri, mercoledì 15 agosto. Nel video girato da uno dei residenti e pubblicato sul gruppo "Comitato Quartiere Vasto", si vedono alcune persone di colore che si affrontano prima a spintoni e poi a schiaffi e pugni. Uno di loro recupera poi una bottiglia, tentando romperla sull'asfalto per poterla poi usare come arma contro gli altri. Gli stessi poi, in un secondo video di pochi secondi, si scagliano l'uno contro l'altro pietre e bottiglie raccolte da terra e dai cassonetti, finendo anche per colpire alcune delle autovetture in sosta.

Sconosciuta, al momento, la causa della rissa. Ma non si possono escludere né i futili motivi né, soprattutto, la possibilità che dietro ci sia la criminalità organizzata. Secondo alcuni dei residenti, infatti, alcuni dei cittadini extracomunitari presenti nel quartiere, avrebbero preso in una sorta di "subappalto" alcuni traffici criminali della camorra. E che questa possa essere una delle cause che porta alle frequenti risse nel quartiere, dove convivono in situazioni spesso di degrado sia cittadini provenienti dal nord Africa, sia altri provenienti da quella sub-sahariana, nonché cittadini proveniente dall'Est Europa. Costretti a convivere tra loro in un quartiere già problematico, dove vivono anche cittadini napoletani sempre più esasperati dalla situazione, che rischia di trasformarsi in una vera e propria polveriera.