1.403 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Noemi ferita dalla camorra a Napoli

Fiaccolata per la piccola Noemi: mamme e bambini in strada a San Giovanni a Teduccio

Tante persone sono scese in strada, nella serata di ieri, a San Giovanni a Teduccio, periferia Est di Napoli, perr pregare per la piccola Noemi, la bimba di 4 anni ferita per errore nell’agguato a piazza Nazionale. Soprattutto mamme e bambini, che hanno sfilato per le strade del quartiere tenendo in mano un palloncino bianco.
A cura di Valerio Papadia
1.403 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un'intera città prega per la piccola Noemi, la bimba di 4 anni colpita da un proiettile durante l'agguato avvenuto lo scorso venerdì in piazza Nazionale, che lotta ancora tra la vita e la morte. Se, nella serata di lunedì 6 maggio, alcune madri si sono riunite all'esterno dell'ospedale Santobono – ormai pieno di striscioni, fiori e candele per la bimba – per pregare, nella serata di ieri un intero quartiere è sceso in strada per fare altrettanto. A San Giovanni a Teduccio, periferia Est di Napoli, tantissime persone si sono date appuntamento in via Vigliena intorno alle 20.30 per una fiaccolata. Soprattutto madri con i loro figli, che hanno sfilato per il quartiere tenendo in mano un palloncino bianco.

L'obiettivo dell'agguato dello scorso 3 maggio nel quale è rimasta ferita la piccola Noemi, Salvatore Nurcaro, è originario del quartiere della periferia orientale di Napoli: i suoi abitanti hanno voluto quindi dimostrare la loro vicinanza alla bambina. Abitanti che conoscono bene cosa significhi subire un agguato in pieno giorno, mettendo a repentaglio l'incolumità di persone innocenti, soprattutto bambini. Soltanto lo scorso 9 aprile, al Rione Villa di San Giovanni a Teduccio, Luigi Mignano, 57 anni, viene ucciso a colpi di pistola. Sono le 9 di mattina e il 57enne si trova all'esterno di una scuola elementare, dove ha appena accompagnato il nipotino: l'omicidio si consuma infatti sotto gli occhi del bambino e di chissà quanti altri piccoli studenti, che in quel momento si stavano apprestando a cominciare la giornata scolastica.

1.403 CONDIVISIONI
128 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views