Il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha annunciato quest'oggi il suo passaggio alla Lega di Matteo Salvini. Assieme a lui, anche il sindaco di Positano, Michele De Lucia. Il leader del Carroccio era giunto oggi in penisola sorrentina, per ufficializzarne il passaggio e trovando ad attenderlo in piazza il movimento delle "sardine", che ha duramente contestato la politica "di odio e paura" di cui sarebbe responsabile proprio l'ex-ministro degli Interni. Manifestazione che si è conclusa pacificamente ma che si è conclusa, come spiegato da Arturo Scotto (Articolo 21), con i manifestanti stessi fermati dalle forze dell'ordine apparentemente senza motivo.

"Da oggi inizio questo nuovo percorso all'interno della Lega. Una scelta ancora una volta all'insegna della coerenza, come dimostra la mia trentennale storia politica, sempre fedele al centrodestra". Queste le prime parole di Giuseppe Cuomo, il sindaco di Sorrento, poco dopo aver ufficializzato il suo passaggio alla Lega di Salvini. "La penisola sorrentina è un vero tesoro, patrimonio non solo del Sud, ma grande orgoglio italiano. Un tessuto imprenditoriale che genera economie da fare invidia a tante realtà produttive settentrionali", ha aggiunto, "grazie al lavoro di quanti investono quotidianamente nell'industria turistica, petrolio di questa terra, dando lavoro anche a tantissimi immigrati che, qui da noi, hanno avuto l'opportunità di vivere rispettando leggi e regole. Sono pronto e carico di entusiasmo, per continuare ad operare in direzione della crescita e dello sviluppo di tutto il nostro territorio", ha quindi concluso Cuomo.