Opinioni
22 Gennaio 2020
16:58

Il Calcio Napoli non regala più alle scuole i biglietti per le partite al San Paolo

A tre mesi dalla firma della convenzione per l’affitto dello Stadio, manca ancora l’intesa tra il Comune e il Club Azzurro per distribuire i 320 tagliandi omaggio agli studenti e ai giovani delle associazioni. Dopo la presentazione della bozza d’accordo il 5 dicembre, a vuoto i solleciti del Municipio al Club per la firma dell’atto. Vertice a Palazzo San Giacomo nel pomeriggio per cercare di sbloccare la situazione.
A cura di Pierluigi Frattasi

Fumata nera sui biglietti gratis alle scuole e alle associazioni per assistere alle partite casalinghe del Napoli: 320 tagliandi omaggio per ogni match al San Paolo, destinati ai giovani napoletani soprattutto delle fasce meno abbienti. La distribuzione dei ticket omaggio agli studenti che avveniva già con la vecchia convenzione tra il Comune e il Club Azzurro, con la nuova concessione per l'affitto dello stadio, invece, si è bloccata ed è ferma dallo scorso ottobre. Oggi si è tenuto un incontro al Municipio con il Napoli dove si è parlato anche della questione dei ticket omaggio agli studenti. Ma la firma sull'accordo per gli ingressi gratis degli studenti non è arrivata. Il Napoli si è reso disponibile a valutare nei prossimi giorni, attraverso i suoi uffici, la proposta di accordo che il Comune ha inviato al Club il 5 dicembre scorso.

La nuova convenzione prevede 320 biglietti gratis per gli studenti, ma non è applicata

I 320 biglietti gratis agli studenti per le partite del Napoli sono un'opportunità prevista dall'ultima convenzione per l'affitto dello stadio, firmata quest'ultima tra il Comune di Napoli e il club guidato da Aurelio de Laurentiis lo scorso ottobre. Ma l'inizio della distribuzione dei ticket gratis per gli studenti era stato condizionato alla sottoscrizione di un accordo aggiuntivo tra le parti. Il problema è che a distanza di oltre un mese dalla presentazione della proposta d'intesa da parte del Comune, dal Calcio Napoli non è ancora arrivata risposta. Fino all'incontro di oggi. A vuoto due solleciti inviati dall'amministrazione comunale alla società partenopea il 3 e il 7 gennaio scorsi. Intanto, a metà anno scolastico, gli studenti napoletani sono ancora in attesa.  Il tema è sul tavolo anche della commissione Infrastrutture del Comune di Napoli, presieduta da Nino Simeone.

L'assessore Palmieri: "Ci auguriamo una risposta a breve termine"

“La SSC Napoli – afferma l'assessore alla Scuola Annamaria Palmieri, contattata da Fanpage.it – ha preso in carico la nostra proposta di intesa e si è impegnata a risponderci a stretto giro. Ci auguriamo una risposta a breve termine, visto che il campionato è già avanti”. Il Napoli, già oggi, destina una zona dello stadio all'area young per gli studenti di 14 anni, in collaborazione con la Direzione Scolastica Regionale, ma i biglietti sono rivolti ai ragazzi di tutta la Campania. “Come Comune di Napoli – spiega Palmieri – noi ci rivolgiamo ai bimbi più piccoli della città di Napoli, soprattutto a quelli in condizioni di fragilità. Abbiamo chiesto un'attenzione particolare sui temi sociali, per i bambini che non possono accedere allo stadio. Abbiamo presentato un vero e proprio progetto che consentirà di far ruotare le scuole. I biglietti saranno assegnati con forme di premialità tramite un concorso ai più meritevoli che si saranno distinti per l'impegno nei valori dello sport, della correttezza, dell'ambiente, della pace e della legalità. C'è un progetto di educazione alla cittadinanza”.

A vuoto i solleciti del Comune: “Gli studenti aspettano i biglietti”

“È massimo l'interesse degli assessorati Scuola e Welfare” sulla questione dei biglietti omaggio agli studenti, scrive in una nota del 9 gennaio l'amministrazione comunale, riferendosi, nello specifico, alla “sottoscrizione dell’atto di intesa, previsto dall'articolo 13.4 bis della convenzione sottoscritta il 17 ottobre 2019”. “Le scuole – aggiunge il Comune in una nota al Calcio Napoli – sono in trepidante attesa”. La convenzione per l'affitto dello Stadio per i prossimi 5 anni, rinnovabile di altri 5, infatti, riserva, tra le altre cose, i biglietti omaggio per assistere alle partite sia ai consiglieri comunali, assessori e altre autorità, che per le studentesse, gli studenti e le associazioni che affrontano le tematiche del disagio giovanile. Il concessionario Calcio Napoli, insomma, dovrebbe provvedere a fornire all’ufficio Cerimoniale del Comune 320 biglietti gratuiti per la tribuna per ogni partita casalinga del Napoli. Si tratta di una prassi già sperimentata con la precedente convenzione. Tuttavia, mentre per i consiglieri comunali e le altre autorità, la distribuzione dei tagliandi gratuiti è già partita, per gli studenti e i ragazzi delle associazioni, invece, la questione si è arenata.

La bozza d'intesa inviata dal Comune il 5 dicembre: nessuna risposta

Il Comune di Napoli, dopo la firma della convenzione del 17 ottobre, il 5 dicembre ha inoltrato la bozza d'intesa per erogare i 320 ticket per gli studenti alla SSC Napoli, senza avere risposta. Dopo circa un mese, il 3 gennaio scorso, Palazzo San Giacomo è tornato alla carica con una nota scritta, all'attenzione dell’Head of Operation Sales e Marketing del Napoli, Alessandro Formisano, ma anche in questo caso senza risposta. Il 7 gennaio, quindi, l'assessorato alla Scuola ha tentato un approccio diretto telefonicamente con il Napoli, senza sortire effetto. Il problema è che solo dopo la sottoscrizione dell'intesa potrà partire il concorso tra scuole e associazioni per distribuire i biglietti. La questione, come detto, potrebbe essere affrontata in un incontro con il Calcio Napoli previsto per oggi.

La polemica, Simeone: “Troppi ritardi, serve uno sprint”

“La firma sulla stipula dell'atto di intesa aggiuntiva tra il Comune e il Calcio Napoli si attende già da troppo tempo – afferma il presidente della commissione Infrastrutture, Nino SimeoneSarebbe opportuno accelerare. Gli studenti e i giovani delle associazioni sono in attesa da ottobre. Con la precedente convenzione per il San Paolo, tanti ragazzi hanno potuto assistere alle partite della squadra cittadina. Sarebbe bello potessero farlo anche i loro colleghi più giovani”.

Giornalista professionista dal 2016, per Fanpage.it segue la cronaca di Napoli, con particolare riferimento ai settori politica, istituzioni, trasporti, Sanità, economia. Ha collaborato in passato con i quotidiani “Il Mattino”, “Roma”, “Il Fatto quotidiano.it” e con l'agenzia di stampa Italpress. Nel 2014 ha vinto il Primo Premio al Premio di Giornalismo “Francesco Landolfo”. Per l'attività giornalistica svolta è stato ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche (tra le quali Agorà, RaiRadio2, TgCom24, Radio Kiss Kiss Napoli, Radio Marte, Radio Amore Napoli, Canale 8). Moderatore di convegni e dibattiti pubblici per Provveditorato per le Opere Pubbliche della Campania e Molise, Banca Fideuram – Intesa Sanpaolo, Eurispes. Ha svolto attività di ricerca scientifica di carattere storico-economico. È autore dei saggi pubblicati su Meridione, Sud e Nord del Mondo: "La ristrutturazione industriale negli anni ’70 del Novecento. I salvataggi Gepi di imprese campane" (Esi, 2013), "Espansione e sviluppo dell’industria aerospaziale campana negli anni ’70 del Novecento" (Esi, 2013), e "Pensiero meridiano e politiche europee per il Mediterraneo" (Esi, 2010).
Brasile, un intero quartiere di San Paolo decorato a verde-oro
Brasile, un intero quartiere di San Paolo decorato a verde-oro
10 di askanews
Il presidente del Calcio Napoli De Laurentiis:
Il presidente del Calcio Napoli De Laurentiis: "Doneremo 100mila euro alle vittime di Ischia"
Napoli, vandalizzato lo stadio comunale a San Pietro a Patierno
Napoli, vandalizzato lo stadio comunale a San Pietro a Patierno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni