Un grave e vasto incendio si è sviluppato oggi, sabato 11 gennaio, a Pontecagnano, nella provincia di Salerno. Stando a quanto si apprende, le fiamme sono divampate in uno stabilimento balneare sulla litoranea della cittadina: a bruciare, una struttura in legno. Sul posto sono intervenuti tempestivamente i vigili del fuoco, che si stanno adoperando per domare il rogo. Dall'incendio si è alzata un'alta colonna di fumo nero, visibile anche a chilometri di distanza, fino a Salerno, che sta rendendo l'aria irrespirabile. Non sono ancora state individuate le cause del rogo: saranno le forze dell'ordine e i pompieri, una volta domate le fiamme, ad accertare cosa ha provocato l'incendio.

Nella giornata di ieri, invece, due incendi hanno colpito la provincia di Napoli. Il primo a Sorrento, nell'omonima costiera, dove un appartamento adibito a deposito di tessuti, sito in via Padre Reginaldo Giuliani, è andato a fuoco. Le fiamme e il fumo, visibili dal balcone dell'abitazione, sono arrivate a lambire le case soprastanti, motivo per il quale i vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno deciso di evacuare l'intero stabile in via precauzionale. Il secondo incendio si è sviluppato in serata a Giugliano, al confine con Qualiano: il rogo è divampato all'esterno del campo rom in zona Ponte Riccio, lambendo la strada circostante e facendo innalzare sulla città una densa nuvola di fumo nero.