Scene di panico, quasi da film apocalittico, quelle che si sono viste ieri in alcune zone di Napoli. A causa di un incendio che si è sviluppato, per cause ancora da accertare, nel sottosuolo, alcune strade della città sono state invase dalle blatte, che si sono riversate in massa fuori dalle grate che ricoprono le fogne cittadine e hanno letteralmente invaso i marciapiedi. Non solo: in alcuni casi, come al Rione Sanità, come mostra un video, alcuni insetti hanno ricoperto un muro, causando timore tra i residenti che si sono affrettati a ‘dare la caccia' agli odiati scarrafoni

Le stesse scene, praticamente identiche, si sono ripetute anche nelle zone limitrofe, come via Salvator Rosa, via Imbriani e Materdei, dove alcuni commercianti si sono visti costretti addirittura a chiudere i loro esercizi commerciali per la massiccia presenza delle blatte. In molti si sono riversate per le strade, armati di scope, hanno cercato di scacciare e uccidere quanti più insetti possibile. Il problema delle blatte è ormai un'annosa questione che, ogni estate, i cittadini napoletani sono costretti a fronteggiare, invocando spesso la collaborazione dell'amministrazione comunale che, non sempre, è tempestiva e risolutiva.

In un altro video in alta risoluzione, girato dall'agenzia SiComunicazione, si vedono chiaramente decine di blatte rosse invadere i vicoli e numerosi residenti che cercano di arginare la piccola e nient'affatto gradita ‘invasione' di animali.  Dopo le proteste e le relative segnalazioni, si è mossa la Seconda Municipalità, compulsata dal consigliere di quartiere Rosanna Laudanno‎: l'Asl eseguirà una ‘deblattizzazione' nelle strade di via San Mandato, vico Nocelle, piazza Gesù e Maria, via Avellino a Tarsia, via Cappuccinelle, via Sant'Antonio a Tarsia.  "Grazie all’assessore all’ecologia della II municipalità Roberto Marino per aver reso possibile questi interventi necessari  in queste aree" spiega la consigliera.