C'è un indagato per la morte di Mario Landi, il 17enne di Fisciano deceduto in un incidente stradale avvenuto nella serata di domenica scorsa sul raccordo autostradale Salerno-Avellino: si tratta, come riferisce Il Mattino, del conducente dell'automobile sulla quale viaggiavano i sei amici, tra cui il 17enne, che si è schiantata contro un guardrail. Intanto, nella giornata di domani, si dovrebbe procedere con l'autopsia sul corpo di Mario Landi: il 17enne, a causa della violenza dell'impatto, è stato sbalzato all'esterno dell'abitacolo. Sono ancora gravi, inoltre, le condizioni di uno dei cinque feriti, un ragazzino di 15 anni che si trovava anche lui sull'automobile, ricoverato in prognosi riservata all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno; anche lui è stato sbalzato all'esterno della vettura. Anche lo stesso indagato, un ragazzo appena maggiorenne alla guida della vettura, è ancora ricoverato in condizioni gravi, ma non in pericolo di vita, nel nosocomio salernitano.

Domenica scorsa, una Renault Modus sulla quale viaggiavano sei amici, tutti giovanissimi, per cause ancora in corso di accertamento si è schiantata contro un guardrail del raccordo autostradale Salerno-Avellino, nel territorio di Pellezzano. Inutili i soccorsi per il 17enne di Fisciano, mentre gli altri cinque amici sono ricoverati in ospedale, tutti in condizioni di salute più o meno gravi. L'incidente ha provocato indirettamente anche un'altra tragedia: una donna di 60 anni di Pellezzano, che ha assistito allo schianto e ha visto il cadavere di Mario Landi riverso sull'asfalto, è deceduta a causa di un malore.