"De Magistris invece dei porti tieni aperte le funicolari". Questo lo striscione che è comparso questa mattina a Napoli contro il sindaco Luigi de Magistris: ad apporlo Casapound, il partito italiano di estrema destra, che non perde l'occasione per scagliarsi contro il primo cittadino partenopeo. Il riferimento dello striscione è, in primis, alle parole del sindaco di Napoli che, in occasione della querelle Italia-Malta sulla nave Aquarius, con il ministro dell'Interno Matteo Salvini che aveva impedito all'imbarcazione con a bordo 629 persone di attraccare sulle coste italiane, dichiarando che i porti della città erano aperti ad ospitare i migranti.

La seconda parte dello striscione, invece, fa riferimento ai profondi disagi che stanno vivendo i napoletani negli ultimi giorni a causa della chiusura della Funicolare Centrale e di quella di Mergellina. Per tre giorni consecutivi, l'Anm, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico a Napoli si è vista costretta a chiudere entrambi gli impianti alle 14.10: il motivo? I quattro capi servizio di secondo turno si sono dati malati, e lo stesso hanno fatto i capi servizio che sarebbero dovuti intervenire e garantire il servizio in caso di malattia dei primi.