378 CONDIVISIONI
Opinioni
15 Novembre 2019
7:28

Linea 1, arriva il maxi-parcheggio di Chiaiano da 700 posti: il secondo più grande della città

Il Comune chiede i fondi al Ministero delle Infrastrutture per riconvertire l’area di sosta inutilizzata e vandalizzata di Villa Nestore. Il nuovo parcheggio di interscambio servirà i pendolari di tutta l’area Nord di Napoli. Riqualificate via Compagnone e Cupa Carderito. Solo il parcheggio Brin sarà più grande.
A cura di Pierluigi Frattasi
378 CONDIVISIONI

Arriva il nuovo mega-parcheggio di interscambio del metrò a Chiaiano da 700 posti auto. Il secondo in struttura più grande della città, dopo il parcheggio Brin di via Marina da 800 posti. Il Comune di Napoli chiede i fondi al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per riconvertire l'attuale parcheggio inutilizzato e vandalizzato del centro polifunzionale Villa Nestore, che si trova a 300 metri di distanza dalla stazione della Linea 1. Per accedere al parcheggio saranno ristrutturate anche le strade di accesso: via Luigi Compagnone e Cupa Carderito. L'impianto poi dovrebbe essere gestito dall'Anm.

Parcheggio di interscambio della Linea 1 dell'area Nord

La Stazione di Chiaiano, infatti, è un punto di arrivo fondamentale per i pendolari di tutta l'area Nord di Napoli: ogni giorno vi transitano migliaia di persone, lavoratori e studenti. Attualmente ci sono solo due piccoli parcheggi da 500 posti auto complessivi, spesso pieni. L'obiettivo di un parcheggio di interscambio è proprio quello di evitare che le auto entrino in città. I pendolari arrivano al parcheggio dove possono lasciare l'auto a tariffa agevolata tutta la giornata e prendono la metropolitana per muoversi in centro. Il Comune aveva pensato di costruire il parcheggio di interscambio del metrò già nel 1997, ma la struttura non è mai stata realizzata.

Palazzo San Giacomo chiede i fondi al ministero

Il 6 novembre scorso, Palazzo San Giacomo ha approvato la delibera di giunta 512, a firma dell'allora assessore alle Infrastrutture Mario Calabrese, per l'accesso alle risorse del “Fondo Progettazione”, istituito dal Ministero lo scorso maggio e destinato a finanziare i Pums, i Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile delle città. Il Comune ha chiesto i primi 70mila euro che serviranno ad avviare la progettazione di fattibilità per realizzare la maxi-struttura a Chiaiano. A maggio 2016, infatti, la giunta de Magistris ha approvato il livello direttore del Pums. Il documento individua proprio a Chiaiano “uno dei principali nodi di interscambio cittadini in ragione della sua ubicazione a ridosso del confine comunale e in prossimià degli accessi al sistema autostradale”. Si è solo all'inizio del percorso, quindi, perché una volta approvato il progetto dal Mit e fatto lo studio di fattibilità, bisognerà poi concludere la progettazione e trovare i fondi per realizzare l'opera. “Ben vengano i parcheggi di interscambio in città – commenta Nino Simeone, presidente della commissione Trasporti – La speranza è che per quando sarà realizzato siano arrivati anche i treni nuovi del metrò”. Sui parcheggi di Chiaiano e Piscinola fari accesi della commissione.

Quanti sono i parcheggi di interscambio a Napoli?

Sono circa una trentina i parcheggi di interscambio attualmente disponibili a Napoli, per un totale di 8.587 posti auto. Una parte delle strutture è gestita dal Comune, tramite la sua azienda dei trasporti Anm, altri da altre società come Metropark. Il parcheggio di interscambio più grande è quello di via Brin da 800 posti, segue il Frullone con 668. A questi si aggiungono le strutture del Centro Direzionale (L1-L3, T1 e T2 e P5) per complessivi 2.313 posti. Gli altri si trovano in via dell'Erba, Colli Aminei, Policlinico, Bagnoli, Pianura, Ponticelli, ma non superano i 300 posti ciascuno.

La lunga storia di Villa Nestore

Il centro polifunzionale Villa Nestore fu costruito attraverso i fondi dell'ex legge 219 del 1981 per il post-terremoto. Si tratta di una grande struttura pubblica di cui fanno parte impianti sportivi, centri di aggregazione sociale per giovani e anziani, strutture scolastiche. Attualmente ospita un asilo nido, una scuola dell'infanzia e un auditorium. Al centro è annesso un parcheggio interrato da 700 posti, oggi inutilizzato e vandalizzato. L'ipotesi è quello di farne un parcheggio di interscambio a servizio della stazione di Chiaiano della Linea 1 e affidarlo all'Anm. Occorreranno però dei lavori per la messa a norma e il ripristino della struttura. Un'idea che però si scontra con alcune difficoltà, come un ricorso pendente al Tar, per il presunto mancato comletamento delle procedure espropriative per la realizzazione di Villa Nestore. Per trasformare il parcheggio di Villa Nestore in una struttura di interscambio saranno necessari dei lavori. La scorsa settimana il Comune ha dato il via libera allo studio di fattibilità.

Il progetto del maxi-parcheggio di Chiaiano

L'idea di un parcheggio di interscambio annesso alla stazione del metrò di Chiaiano parte da lontano. Nel 1997, il Comune approva il Piano comunale dei Trasporti, che prevede la realizzazione di un parcheggio di interscambio di sistema in corrispondenza della stazione Chiaiano della Linea 1. Nel 1998, l'idea viene confermata nel Programma Urbano dei Parcheggi che vorrebbe realizzare a Chiaiano un parcheggio di interscambio interrato multipiano, A08-Chiaiano, per 562 posti. Nel 2006 il Consiglio comunale approva il Piano delle 100 Stazioni che individua interventi migliorativi di accessibilità pedonale e intermodale alle stazione della rete, confermando la realizzazione del parcheggio di Chiaiano. Anche nel livello direttore del Pums del 2016 viene confermato il parcheggio di interscambio.

378 CONDIVISIONI
Giornalista professionista dal 2016, per Fanpage.it segue la cronaca di Napoli, con particolare riferimento ai settori politica, istituzioni, trasporti, Sanità, economia. Ha collaborato in passato con i quotidiani “Il Mattino”, “Roma”, “Il Fatto quotidiano.it” e con l'agenzia di stampa Italpress. Nel 2014 ha vinto il Primo Premio al Premio di Giornalismo “Francesco Landolfo”. Per l'attività giornalistica svolta è stato ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche (tra le quali Agorà, RaiRadio2, TgCom24, Radio Kiss Kiss Napoli, Radio Marte, Radio Amore Napoli, Canale 8). Moderatore di convegni e dibattiti pubblici per Provveditorato per le Opere Pubbliche della Campania e Molise, Banca Fideuram – Intesa Sanpaolo, Eurispes. Ha svolto attività di ricerca scientifica di carattere storico-economico. È autore dei saggi pubblicati su Meridione, Sud e Nord del Mondo: "La ristrutturazione industriale negli anni ’70 del Novecento. I salvataggi Gepi di imprese campane" (Esi, 2013), "Espansione e sviluppo dell’industria aerospaziale campana negli anni ’70 del Novecento" (Esi, 2013), e "Pensiero meridiano e politiche europee per il Mediterraneo" (Esi, 2010).
Arriva il RisiKo ambientato a Napoli: strategia di battaglia in una città da sempre in guerra
Arriva il RisiKo ambientato a Napoli: strategia di battaglia in una città da sempre in guerra
Metro Linea 1, piove nella Stazione Municipio: perdite dal soffitto e secchi per le pozzanghere
Metro Linea 1, piove nella Stazione Municipio: perdite dal soffitto e secchi per le pozzanghere
Metro Linea 1, il nuovo treno frena all'improvviso: colpa del software. Il sindaco:
Metro Linea 1, il nuovo treno frena all'improvviso: colpa del software. Il sindaco: "Rete vecchia, va ammodernata"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni