Il cimitero comunale di Pozzuoli resterà chiuso per una settimana, fino al 22 novembre prossimo, dopo alcuni accertamenti eseguiti in seguito al maltempo di questi giorni che hanno evidenziato smottamenti del suolo, avvallamenti, buche ed altri dissesti. Sarà dunque consentito l'accesso soltanto a chi dovrà entrarvi per lavoro, ovvero per "operazioni indifferibili", si legge nell'ordinanza del sindaco Vincenzo Figliolia (Partito Democratico), "e per urgenti richieste di motivi igienico-sanitari". Consentiti angli gli interramenti, durante i quali tuttavia sarà consentito l'accesso "soltanto ad un numero limitato di familiari". Lo si legge in una nota stampa diffusa dal comune di Pozzuoli stesso.

Verso la richiesta dello stato d'emergenza

Nelle scorse ore, il sindaco Figliolia aveva già spiegato di essere intenzionato a richiedere lo stato d'emergenza per il comune di Pozzuoli, flagellato negli ultimi giorni dal maltempo tanto che si era proceduto perfino a sfollare in via del tutto precauzionale una ventina di nuclei familiari perché il costone dove si trovano le loro abitazione è finito sotto osservazione per gli "eventi meteorologici eccezionali, con venti di bufera e piogge abbondanti e continue che hanno messo in ginocchio la città", aveva spiegato Figliola.

L'ordinanza di chiusura del Cimitero

Questo l'avviso che ha emanato il Comune di Pozzuoli dopo la firma dell'ordinanza che chiude per una settimana il cimitero comunale puteolano per il rischio maltempo sulla zona flegrea:

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha firmato un'ordinanza con la quale ha prorogato la chiusura al pubblico del cimitero comunale, già disposta per oggi e domani, fino a venerdì 22 novembre 2019. Il provvedimento è stato adottato dopo le verifiche effettuate oggi che hanno evidenziato l’esigenza di organizzare ed effettuare i lavori di messa in sicurezza riguardanti un’area rivelatasi molto vasta e dove erano stati riscontrati dissesti, smottamenti del suolo, buche e avvallamenti del terreno in seguito alle eccezionali avversità meteorologiche, peraltro continuate ancora oggi. Pur consapevole dell’importanza che il culto dei defunti riveste per la comunità, il sindaco ha preso la decisione sul presupposto che la garanzia della sicurezza dei cittadini non può che assumere un valore prioritario. Al cimitero si potrà accedere unicamente per lo svolgimento delle operazioni indifferibili ed urgenti richieste per ragioni igienico-sanitarie ed esclusivamente per gli interri, per i quali sarà consentito l'accesso ad un numero limitato di familiari.