1 Gennaio 2019
14:08

Mattarella nel discorso di fine anno ricorda l’anziana che chiamò i carabinieri perché sola

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel discorso di fine anno ricorda la storia della novantenne che in provincia di Napoli ha contattato i carabinieri al telefono perché voleva parlare un po’ , sentendosi sola. E i militari sono andati a trovarla: “Alla signora Anna, e alle tante persone che si sentono in solitudine voglio rivolgere un saluto affettuoso”.
A cura di Redazione Napoli

Sergio Mattarella è rimasto colpito dalla storia Anna, la novantenne di Marano di Napoli che qualche giorno prima della fine dell'anno ha contattato il 112 dei carabinieri, semplicemente per parlare un po' in un momento di grossa solitudine.I militari sono andati a casa della donna a trovarla e il Capo dello Stato ha annotato questa storia, ricordandola addirittura nel discorso di fine 2018.

«Sono rimasto colpito da un episodio di cronaca recente, riferito dai media. Una signora di novant'anni, sentendosi sola nella notte di Natale, ha telefonato ai Carabinieri. Ho bisogno soltanto di compagnia, ha detto ai militari. E loro sono andati a trovarla a casa portandole un po' di serenità Alla signora Anna, e alle tante persone che si sentono in solitudine voglio rivolgere un saluto affettuoso». Questo il passaggio del messaggio di fine anno del Presidente: «Vorrei sottolineare quanto sia significativo che si sia rivolta ai Carabinieri. La loro divisa, come quella di tutte le Forze dell'ordine e quella dei Vigili del fuoco, è il simbolo di istituzioni al servizio della comunità. Si tratta – aggiunge – di un patrimonio da salvaguardare perché appartiene a tutti i cittadini».

Farmaci scaduti e cibo ammuffito: orrore in una casa di cura per anziani
Farmaci scaduti e cibo ammuffito: orrore in una casa di cura per anziani
Mosca, soldati e mezzi militari sfilano per la parata del Giorno della Vittoria
Mosca, soldati e mezzi militari sfilano per la parata del Giorno della Vittoria
Il racconto di Claudia: "Il mio vicino mi ha preso a pugni e calci perché sono lesbica, ho paura"
Il racconto di Claudia: "Il mio vicino mi ha preso a pugni e calci perché sono lesbica, ho paura"
3.084 di Gianluca Orru
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni