Matteo Salvini è arrivato nel primo pomeriggio di oggi 18 gennaio 2019 ad Afragola, comune del circondario Nord di Napoli, per un incontro col sindaco Claudio Grillo. Obiettivo: fare il punto della situazione dopo gli otto attentati registrati in meno di un mese nella città, dove è riesplosa dopo anni di ‘pax' mafiosa, la guerra per il predominio del territorio da parte dei clan dediti alle estorsioni. Il ministro dell'Interno e vicepremier è arrivato ad Afragola dopo aver incontrato il pizzaiuolo Gino Sorbillo all'interno dell'aeroporto militare Niutta di Capodichino.

Salvini: "Lo Stato c'è ed è più forte della camorra"

Matteo Salvini indossa un giubbotto blu scuro della Polizia aerea, la cosiddetta "Polaria". È Accompagnato dal deputato napoletano di "Noi, con Salvini", Gianluca Cantalamessa, Salvini è stato accolto dal sottosegretario Pina Castello della Lega, originaria della zona Nord. Dopo l'incontro in Comune vedrà un esercente di corso Meridionale della cittadina nell'hinterland Nord di Napoli, e al rione Salicelle, caseggiati di edilizia popolare residenziale sorti negli anni Ottanta, dove l'allarme sicurezza è più avvertito. Ad Afragola ad attenderlo molte persone in strada. Come postato dallo stesso ministro sulla sua pagina Facebook, un bagno di folla ha accolto il suo arrivo nella cittadina della provincia di Napoli. "Lo Stato c'è, ed è più forte della camorra" ha dichiarato Matteo Salvini.

Basta occupazioni abusive

 

Il vicepremier e leader della Lega, poi, ha visitato anche il rione Salicelle, ponendo l'accento sul problema dell'occupazione abusiva delle case. Nel quartiere di Afragola, infatti, il problema è molto radicato, visto che un terzo degli alloggi presenti è occupato abusivamente. "Basta occupazione abusiva di alloggi" ha dichiarato il Ministro dell'Interno.