Momenti di paura tra le strade del Vasto, dove un uomo, risultato essere un cittadino extracomunitario, ha improvvisamente minacciato i passanti armato di cocci di bottiglia. E' accaduto su via Firenze, una delle tante strade che si trovano a ridosso della Stazione Centrale, poco dopo le 11 della mattinata. L'uomo, in evidente stato di agitazione, ha raccolto dei cocci di bottiglia dalla strada, iniziando a minacciare le persone che si trovavano nei paraggi, urlando contro di loro. Nessun ferito tra i passanti, ma tanta paura: qualcuno ha chiamato il 112, che è intervenuto poco dopo. I carabinieri hanno trovato l'uomo ancora armato che continuava ad insultare e minacciare i passanti, cercando così di tranquillizzarlo. Ma l'uomo, invece, ha continuato ad agitarsi tanto che è stato necessario immobilizzarlo per disarmarlo. Nella colluttazione, due carabinieri sono rimasti feriti, riportando varie contusioni in più parti del corpo, e sono stati poi medicati all'ospedale Loreto Mare: per loro, sette giorni di prognosi per le ferite riportate. L'uomo invece, una volta bloccato e disarmato, è stato portato in caserma sebbene fosse ancora in evidente stato di agitazione.

La situazione al Vasto, insomma, rimane sembra incandescente. Da una parte le situazioni di altissimo degrado in cui si trovano a vivere i cittadini extracomunitari, dall'altra i cittadini che, esasperati a loro volta da situazioni simili, come quella di oggi, che inaspriscono ulteriormente il rapporto di convivenza tra i napoletani del Vasto ed i cittadini extracomunitari stessi, che frequentemente vengono indicati come un "problema" del quartiere ma che in realtà sono essi stessi vittime del degrado, non solo urbano, che caratterizza il quartiere del Vasto.