Molestie sessuali all'Accademia di Belle Arti Napoli, c'è una nuova testimonianza che accusa l'ex prof dell'istituzione universitaria. A parlare è una ex (da poco) studentessa dell'Accademia partenopea di via Costantinopoli. Poco più che ventenne, racconta di un periodo di pressanti messaggi sui social network, richieste di sesso a tre e una situazione costante di tensione. Il suo è un racconto circostanziato: ci sono una serie di scambi di messaggi a supporto della storia.

Fanpage.it ha da tempo acceso un faro sull'operato di questo docente, dopo le accuse di una ragazza del primo anno che ha raccontato una storia gravissima di violenza sessuale. Ora l'uomo si è dimesso dal suo incarico, respingendo con forza tutte le accuse, dalla prima all'ultima. Risulta indagato. La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un fascicolo ed ha ascoltato 3 studentesse, disponendo l'acquisizione di messaggi nel computer nel cellulare dell'uomo e dello smartphone della prima ragazza.

Nel frattempo a Fanpage.it sono arrivate altre testimonianze. Altre studentesse hanno iniziato a raccontare la loro verità rompendo un muro di silenzio di cui alcuni accusano anche i vertici dell'Accademia di Belle Arti che non avrebbe assistito adeguatamente le ragazze. A Fanpage.it un'altra studentessa, non laureata ancora, nei giorni scorsi aveva deciso di raccontare la sua verità: "Il prof mi ha distrutta", ha detto ai microfoni del nostro giornale,  spiegando di non essersi riuscita a laureare.