La sua tragica morte, seppur nel dolore per una perdita irrecuperabile, riuscirà a donare altra vita: è il dono più grande, quello del trapianto di organi, effettuato dal corpo di Vincenzo Cuccurullo, ragazzo di 22 anni di Monterusciello, morto in un incidente stradale, che ha permesso a 5 malati  un intervento salvavita. I fatti sono avvenuti all'ospedale di Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in provincia di Napoli, dove tre diverse equipe mediche sono arrivate per eseguire il prelievo degli organi dal giovane, deceduto nella giornata di ieri per le conseguenze di un incidente stradale del 16 agosto scorso. Grazie al consenso della famiglia, l'equipe dei medici e infermieri guidata dal professor Francesco Diurno ha effettuato l'osservazione della morte celebrale e avviato le procedure per il prelievo.

I medici hanno espiantato cuore, i reni, il pancreas e il fegato. Antonio d'Amore, direttore generale dell'Asl Napoli 2 Nord ringrazia i parenti del 22enne "per la generosa scelta di donare gli organi del proprio caro. Grazie a questo gesto, pazienti gravemente ammalati potranno tornare ad avere una vita normale. Si tratta di piccoli miracoli che è possibile realizzare anche in virtù della competenza e professionalità dei medici e degli infermieri del Santa Maria delle Grazie".