Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono 155mila le multe elevate a Napoli nella prima metà del 2019 dagli ausiliari del traffico per le auto che sostano a sbafo sulle strisce blu. Una media di oltre 25mila contravvenzioni al mese, con punte di 31mila a marzo: 3.500 sanzioni in più al mese rispetto all'anno scorso. Circa 7mila arrivano dalla Riviera di Chiaia, la strada dove il fenomeno è più forte. Le zone più sanzionate sono il Lungomare, da via Marina a Posillipo, passando per i baretti di Chiaia, e Fuorigrotta. Meno multe si registrano invece al Vomero, concentrate soprattutto nell'area ospedaliera, un segnale però anche dell'effetto abbonamenti dei residenti.

I controlli sulla sosta si sono intensificati nell'ultimo anno e mezzo. Il Comune di Napoli incassa dalle strisce blu (25mila stalli in tutta la città) oltre 12 milioni di euro all'anno, secondo i dati certificati per il 2018. A questi vanno aggiunti gli introiti delle contravvenzioni. Il parcheggio a scrocco, infatti, può costare caro agli automobilisti indisciplinati. Le sanzioni vanno da 20 fino a 100 euro e si rischia anche la decurtazione dei punti sulla patente se si sosta sul marciapiedi o sulle strisce gialle riservate ai bus e ai disabili.

Ecco la mappa dell'evasione e della sosta selvaggia, confezionata dall'Anm, quartire per quartiere, mese per mese, e finita al centro di uno studio della commissione Mobilità, presieduta da Nino Simeone. Sono le strade a più alto tasso di contravvenzioni e quindi dove è più facile prendere la multa.

Via Riviera di Chiaia maglia nera

In cima alla lista delle strade dove impera la sosta selvaggia regna la Riviera di Chiaia, con ben 7.082 verbali elevati tra gennaio e giugno di quest'anno. Più di mille multe al mese per la strada dei cantieri eterni della Linea 6, a due passi dal Lungomare e dai baretti di Chiaia. Al secondo posto, ben distanziato, c'è Corso Umberto I, che si attesta a 4.883 verbali, seguito da Corso Garibaldi (3.767), via Nazario Sauro (3.561) e via Chiatamone (3.390).

Via Marina e piazza Garibaldi

Nella top ten delle strade con più multe c'è anche l'asse costiero, a ridosso del Porto. Su via Nuova Marina si contano ben 3.337 verbali. Negli stalli a piazza del Carmine si arriva a 2.090. Altri 2.192 su via Cristoforo Colombo, la strada che conduce a piazza Municipio e al Molo Beverello. Vico degli Scoppettieri, alle spalle della sede della Federico II, è a 1.244 multe. Via Porta di Massa a 221. Via Depretis 1347, via Crispi 749, via Guglielmo Sanfelice 1733. Non si salva neanche via Acton, strada a scorrimento veloce: 1.114 verbali. Via San Giacomo, alle spalle del Comune, 186. Sul lato della Stazione Centrale, dopo Corso Garibaldi, si segnalano, tra le altre, Corso Meridionale (1.159 multe), via Carriera Grande (914), via Taddeo da Sessa (818), via Genova (497), Corso Novara (467), via A.Poerio (475) ed il Centro Direzionale (235).

Caos sosta tra il Lungomare e la zona dei baretti di Chiaia

Non va meglio sull'altro versante della Galleria della Vittoria. Dopo la Riviera di Chiaia, viale Antonio Gramsci (3.308 verbali) è al settimo posto, seguito dall'intrico di stradine a ridosso dei baretti di Chiaia: Largo Vasto a Chiaia (3.119), via Vittorio Imbriani (2.929), via Francesco Lomonaco (2.567), via Riccardo Filangieri di Candida Gonzaga (2.358), via Giuseppe Martucci (1.340), via A.Torelli (1.244), via G.Fiorelli (704), via Domenico Morelli (662), via Carducci (503). Sul Lungomare di via Francesco Caracciolo si arriva a 2.927 multe, viale Dohrn si ferma a 743. Via Tommaso Campanella a 545. Quindi, via Generale Orsini (2.605) e via Mergellina (2.202), via Lucilio (747). A Piazza Vittoria solo 135 multe, via Posillipo (641), piazza San Luigi (428).

Fuorigrotta

L'altra zona ad alta concentrazione di multe è quella di Fuorigrotta, dove si trovano lo stadio San Paolo, la Mostra d'Oltremare, lo Zoo e l'Edenlandia. In Viale Giochi del Mediterraneo si contano 2.187 contravvenzioni, in Viale Kennedy 2.134, in via Lepanto 1.982. Altre 765 in via Guglielmo Marconi. In via Corrado Barbagallo, nei pressi del cinema multisala e del teatro Palapartenope, 1.456 multe. Via Giulio Cesare (662), viale Augusto (648).

Corso Vittorio Emanuele

Molto colpita anche la zona di Corso Vittorio Emanuele (1.088 multe), e le strade limitrofe: via Pontano (1.155), via Michelangelo Schipa (1000 multe), via Andrea d'Isernia (549), via Francesco Giordani (800), via Arangio Ruiz (473).

Vomero e Arenella

Il Vomero e l'Arenella sono tra i quartieri con più strisce blu della città. La strada col maggior numero di multe elevate nel 2018 è via Antonio Cardarelli, preda dei parcheggiatori abusivi, davanti all'omonimo ospedale (1.818 sanzioni). Sempre in zona, via Pansini (497) e via Onofrio Fragnito al Rione Alto (427). Via Ottavio Caiazzo (1.088), la stradina che conduce al Santobono-Pausilipon, alle spalle di piazza Medaglie d'Oro, via Orsi (552), via Libroia (673), via Giotto (484), via Ruoppolo (694). Seguono le strade dei locali. Piazza degli Artisti (630), via Luca Giordano (249), via Guido De Ruggiero (848), dietro il Collana, via Paisiello (673), via Enrico Alvino (611), via Gioacchino Rossini (574), via Saverio Altamura (569), via Francesco De Mura (522), via Caldieri (455), vico Acitillo (212), via Solimena (549), via Morghen (767), via Kerbaker (564), via Cimarosa (763), via Merliani (698), via Cilea (741), via San Gennaro ad Antignano (653). Su un'altra strada della movida, via Aniello Falcone, le multe sono state 644.

Centro antico

I vigilini sono entrati in azione anche nel cuore della city. Qui le strade con più multe sono concentrate nell'area della movida di piazza Bellini. In via Guglielmo Oberdan si raggiunge quota 2.164 contravvenzioni. In via Santa Maria di Costantinopoli (1.263), via del Sole (796), via Bellini (540), via Conte di Ruvo (529), piazza Cavour (875), Via Foria (1.957), via Maria Longo (1.179), via Duomo (507), piazza Carlo III (446), via Cesare Battisti, la strada che porta a piazza Matteotti, (800), via Medina (450).