58 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Opinioni
Napoletani scomparsi in Messico

Stazione Centrale di Napoli occupata dai parenti dei napoletani scomparsi in Messico

Clamorosa protesta dei familiari dei tre napoletani scomparsi ormai da mesi in Messico: dopo l’incontro, inconcludente, di ieri con il console messicano di Napoli, quest’oggi era stata convocata una manifestazione per mantenere alta l’attenzione sulla vicenda. Poi la svolta, con l’arrivo alla Stazione Centrale di Napoli e l’occupazione dei binari.
A cura di Giuseppe Cozzolino
58 CONDIVISIONI

Alta tensione stamattina alla Stazione Centrale di Napoli, dove i familiari dei napoletani scomparsi in Messico ormai da diversi mesi, che non mollano e continuano a chiedere alle autorità di fare qualcosa per sbloccare una situazione che, dopo le novità di luglio, è rientrata in una fase di stallo. Ieri la famiglia aveva incontrato il console onorario del Messico a Napoli, mentre per quest'oggi era stata organizzata una manifestazione per mantenere viva l'attenzione sul caso.

I treni bloccati dai familiari dei napoletani scomparsi in Messico e da altri manifestanti nella mattina di oggi, giovedì 18 ottobre.
I treni bloccati dai familiari dei napoletani scomparsi in Messico e da altri manifestanti nella mattina di oggi, giovedì 18 ottobre.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Mio marito, mio figlio e mio nipote se li è presi lo stato, e lo stato non fa niente", ha urlato in lacrime la moglie di Raffaele Russo, nonché madre di Antonio e zia di Vincenzo Cimmino, i tre scomparsi dallo scorso 31 gennaio, mentre si trovava distesa sui binari dei treni dell'Alta Velocità. I binari bloccati sono i 16, 18, 19, 20 e 27, e di conseguenza la circolazione dei treni al momento risulta difficoltosa, con i convogli su questi binari che non possono né entrare né lasciare la stazione di Napoli Centrale.

Annunciati ritardi lungo la tratta Roma-Napoli e viceversa di almeno un'ora. "Per la presenza sui binari di manifestanti estranei al Gruppo FS Italiane nella stazione di Napoli Centrale", hanno fatto sapere le Ferrovie dello Stato, "dalle 11.05 il traffico ferroviario nel Nodo di Napoli e' fortemente rallentato. I treni al momento registrano ritardi fino a un'ora". Cosi', in una nota di Fs, sugli effetti della protesta dei parenti degli scomparsi in Messico".

La moglie di Raffaele Russo, nonché madre di Antonio e zia di Vincenzo, mentre protesta sui binari.
La moglie di Raffaele Russo, nonché madre di Antonio e zia di Vincenzo, mentre protesta sui binari.

Nessuna novità di rilievo, comunque, dopo l'incontro di ieri con il console, con la famiglia che si era detto anche amareggiata. "Il console ci ha detto che non si tirerà indietro ma anche che adesso non ha novità", avevano spiegato a fine incontro, "Fino ad oggi siamo stati abbandonati da tutti". E per quest'oggi era stata convocata anche una manifestazione, nei pressi delle palazzine delle Case Nuove di Napoli, all'altezza del civico 129 di via Amerigo Vespucci alle 10. Ma la situazione ha preso una svolta improvvisa, con l'arrivo alla Stazione Centrale di Piazza Garibaldi ed il blocco dei binari dei treni, con evidenti disagi anche per i passeggeri.

I tre napoletani scomparsi da mesi in Messico.
I tre napoletani scomparsi da mesi in Messico.
58 CONDIVISIONI
Immagine
Giuseppe Cozzolino, giornalista, classe 1984. Laureato in Lingue Straniere, lavoro con Fanpage.it dal 2012, attualmente in forza alla redazione di cronaca di Napoli. Videogamer e appassionato di musica, di cani e di storia, soprattutto antica.
80 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views