Era in palestra, si è sentito male ed è morto nonostante i soccorsi: la vittima è un ragazzino di appena 13 anni che si trovava in una struttura sportiva in piazza Carlo III a Napoli e stava giocando a calcetto. A quanto si apprende da testimoni, il giovanissimo, L., avrebbe accusato un malore mentre giocava; le persone presenti hanno subito allertato il 118 – il fatto è avvenuto intorno alle ore 19 – il ragazzino è stato rianimato sul posto e poi portato d'urgenza al Pronto soccorso dell'Ospedale San Giovanni Bosco dove è purtroppo deceduto poco dopo.

Il referto parla di arresto cardiocircolatorio: a quanto apprende Fanpage.it è stato disposto il sequestro della salma e ci sarà una autopsia per chiarire l'esatta causa del decesso, vista la tenera età del defunto. La ferale notizia si è rapidamente diffusa nel quartiere, la zona è quella di via Sant'Eframo Vecchio, alle spalle dell'Orto Botanico di via Foria e immediatamente sono arrivati messaggi di cordoglio e sincero stupore e dispiacere alla famiglia del bimbo, persone stimate e benvolute nella zona, riferisce chi le conosce.

Sempre più spesso si pone l'accento sia per le grandi strutture sportive che per quelle destinate ai bambini, della necessità di presidi medici che consentono anche l'immediato soccorso in caso di problemi cardiocircolatori.