Nove colpi di pistola nella notte e si riaccende l'incubo faida ai Tribunali. E' successo intorno alle 2 della notte tra il 22 e il 23 febbraio, tra piazzetta San Gaetano e vico Giganti. Due persone, in sella a uno scooter, sono passati sfrecciando tra i vicoli e hanno esploso nove colpi d'arma da fuoco in strada. Mirando verso l'alto, per mettere paura. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia Centro. Al momento non risultano danni a palazzi o auto e non ci sono stati feriti. L'ipotesi investigativa è che si sia trattato di una “stesa”, in una delle zone oggi più calde della città, dove si starebbero fronteggiando i Mazzarella, insieme ai gruppi legati ai Buonerba, e i Sibillo.

Circa un mese fa, la notte del 16 gennaio, una bomba carta era esplosa in via Tribunali, a circa 200 metri dal punto del raid della notte scorsa; l'ordigno aveva danneggiato l'esterno della sede centrale della pizzeria Sorbillo. In vico Giganti, invece, avevano sparato nel novembre scorso, intorno alle 2.30: la Polizia in quella circostanza rinvenì 4 ogive e 21 bossoli.

Anche quella volta i sospetti degli investigatori si concentrarono sugli scontri tra i Sibillo e i Mazzarella. Pochi giorni prima c'era stato un raid intimidatorio nei confronti dei un 39enne ritenuto legato al clan della “paranza dei bimbi”: una bomba aveva danneggiato la sua automobile e, due mesi prima, avevano sparato 9 colpi di pistola contro casa sua, coi proiettili che avevano bucato la parete e si erano conficcanti nella camera da letto, vuota.