La famiglia della piccola Noemi, la bimba di 4 anni ferita durante un agguato di camorra a piazza Nazionale lo scorso 3 maggio, dopo il lungo calvario che la bimba ha attraversato, aveva espresso il desiderio di incontrare Papa Francesco il prossimo 21 giugno. Il Pontefice, infatti, sarà a Napoli, dove parteciperà al convegno "La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto Mediterraneo" in programma alla Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale a Posillipo. La bambina, però, non potrà essere presente all'incontro a causa della convalescenza: Noemi, infatti, indossa ancora un busto che le impedisce i movimenti, come dichiara la famiglia attraverso il suo legale, l'avvocato Angelo Pisani. I genitori della piccola hanno ringraziato il Vaticano e il cardinale Crescenzio Sepe, che avevano reso possibile l'incontro, auspicando una udienza con Papa Francesco a Roma quando Noemi starà meglio e potrà muoversi in autonomia.

Noemi sarà la mascotte della Universiadi di Napoli

Intanto, ieri, è arrivata la notizia che la piccola Noemi sarà la mascotte delle Universiadi che si svolgeranno a Napoli e sarà presente alla Cerimonia di apertura in programma per il prossimo 3 luglio allo stadio San Paolo. A comunicarlo, nel corso di una conferenza stampa, è stato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Alle Universiadi 2019 avremo Noemi come mascotte. Quella bambina è diventata simbolo d'Italia, avremo il piacere di ospitarla alla cerimonia inaugurale delle Universiadi 2019" ha detto il governatore campano, che ha parlato anche della visita del Papa, che ha benedetto la fiaccola olimpica.