Piazza del Plebiscito verde come un campetto di calcio. Senza l'uomo a calpestarla e gli operatori del Comune a prendersene cura, infatti, con l'arrivo della primavera la storica piazza del centro storico si sta ricoprendo d'erbetta. Scampoli di praticello spuntano a piccole chiazze all'ombra del Palazzo Reale e della basilica di San Francesco di Paola. Nell'enorme piazza deserta passeggiano solo i piccioni. Mentre sullo sfondo si erge il cantiere fantasma della metropolitana Linea 6, bloccato a causa della pandemia. Lavori pubblici e manutenzioni non urgenti, infatti, sono fermi in città a causa del Coronavirus. Così la natura in alcuni casi sta prendendo il sopravvento, con piante e rampicanti che crescono senza freni, mentre alcuni condomini cominciano a lamentare la presenza eccessiva di uccelli, gabbiani e cornacchie, che nidificano indisturbati.

Il Comune: ma la riparazione delle buche stradali prosegue

Al Comune di Napoli intanto si sta discutendo la possibilità di far ripartire i cantieri. Una riunione della commissione lavori pubblici si è tenuta questa mattina in videoconferenza con la partecipazione dell'assessore al ramo Alessandra Clemente. Verrà prodotto dalla commissione Infrastrutture un documento per richiedere alla Giunta di farsi portavoce, in sede regionale, dell'esigenza di riaprire dopo il 13 aprile, data di scadenza dell'attuale ordinanza di limitazione, quei cantieri stradali che con le opportune misure di sicurezza potranno riprendere i lavori. Non sono invece mai stati sospesi i lavori di Pronto Intervento Stradale, che procedono su tutto il territorio cittadino.