"Si è alzato un polverone che non esiste, io ero felice che un personaggio famoso avesse chiamato in pizzeria per un tavolo, ci tengo a precisare che non ho rifiutato nessuno e mai mi permetterei". A 24 ore dal post che ha scatenato la polemica, con un secondo messaggio su Facebook Francesco Martucci ha cercato di chiarire la sua posizione, soprattutto dopo la valanga di commenti che lo avevano travolto, tra chi prendeva le difese della influencer, stigmatizzando quella risposta ritenuta non professionale, e chi invece era arrivato col solo scopo di offendere la giovane imprenditrice. La sua intenzione, ha spiegato Martucci, non era di "punire" Chiara Ferragni, come molti degli utenti hanno interpretato, ma semplicemente fare presente che il suo locale non è dotato di privee e che quindi non avrebbe potuto esaudire quella richiesta.

Il primo post era stato pubblicato ieri, 3 febbraio, il titolare della pizzeria "I Masanielli" di Caserta aveva riportato al conversazione che aveva avuto con una persona che si era presentata al telefono come Chiara Ferragni, che in questi giorni è a Los Angeles. Era stato chiesto un tavolo in una sala privata, ma Martucci aveva risposto di non avere quel servizio e che, aveva poi spiegato anche su Facebook, per lui "tutti i clienti devono essere trattati allo stesso modo".

Proprio questa ultima considerazione, che nelle intenzioni di Martucci avrebbe voluto esprimere soltanto la sua concezione di pizzeria, era stata interpretata dagli utenti come una risposta arguta alla Ferragni, che secondo molti avrebbe chiesto il tavolo privato non per mangiare in santa pace, evitando la tipica folla di fan delle uscite pubbliche, ma semplicemente perché snob. E la situazione, come era prevedibile, è sfuggita di mano con una serie di insulti partiti da alcuni utenti alla influencer.

"Io ero semplicemente felice che un personaggio famoso (o chi ne fa le veci o magari era uno scherzo) avesse chiamato in pizzeria per un tavolo – scrive oggi Francesco Martucci – da noi vengono attori, calciatori e compagnia cantando. Ho semplicemente risposto che non avevo quel servizio. E ho semplicemente detto la verità. Non ho mai voluto fare differenze. Che tratto tutti con lo stesso amore e dedizione. Ci tengo a precisare che non ho rifiutato nessuno e mai mi permetterei. È brutto vedere odio, perché la vita è bella. Fatevene una ragione".

Il pizzaiolo Martucci su Facebook: "Era uno scherzo, non era Chiara Ferragni"

La vicenda si chiude con la conferma dell'ipotesi già circolata: a chiamare al ristorante "I Masanielli" non era stata Chiara Ferragni, ma si era trattato di uno scherzo. Lo ha spiegato lo stesso Martucci con un altro commento su Facebook. "Ho appurato da fonte diretta che la telefonata di cui si sta tanto parlando sulla stampa non è stata effettuata né dalla Ferragni né da nessuno del suo staff. Non era mia intenzione trarre vantaggi pubblicitari, di cui non ho certo bisogno, da quello che è risultato essere uno scherzo, per giunta di cattivo gusto". Successivamente il pizzaiolo casertano ha cancellato tutti i post relativi alla vicenda.

(articolo aggiornato il 5 febbraio 2020)