Nei due mesi del lockdown per il Coronavirus (dall'11 marzo al 29 aprile 2020) la Polizia Locale di Napoli ha controllato 70mila persone, 25mila negozi, 2mila cantieri. Sono state circa 650 persone multate o denunciate per aver violato le norme sulla quarantena o aver dichiarato il falso nelle autocertificazioni, quasi 150 negozi sanzionati, denunciati, chiusi o sospesi da 5 a 30 giorni per violazione delle regole sul contenimento del virus. Sono i numeri del report dei caschi bianchi di Napoli, guidati dal Comandante Ciro Esposito, sui due mesi del blocco, durante la fase 1 dell'emergenza Coronavirus. Complessivamente, i vigili urbani hanno impiegato nei controlli 15.625 agenti sui vari turni: in media 312 unità al giorno, che hanno controllato 1.410 persone e 500 esercizi commerciali nell'arco delle 24 ore.

Il report della Polizia Locale: 650 multati o denunciati

Tantissimi i cittadini che sono stati controllati dalla Polizia Municipale di Napoli durante il periodo dall'11 marzo al 29 aprile: ben 70.530, di cui 27.111 a bordo di veicoli solo nel mese di aprile. I cantieri edili controllati sono stati 2.094 (1-29 aprile). Le persone sanzionate per il mancato rispetto delle misure contenitive del Coronavirus con multa da 400 a 3mila euro (ex articolo 4, comma 1, del Dl 19/20) sono state 352. I denunciati per non aver osservato i provvedimenti emessi dall'autorità (ex articolo 650 del Codice Penale) sono stati 235. Altri 55 sono stati denunciati per falsa attestazione o dichiarazione (ex articoli 495 e 496 del Codice Penale). A questi si aggiungono altri 191 denunciati per altri reati.

Stangata sui negozi: 150 denunciati, multati o chiusi

Stangata anche sui negozianti. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 25.035. Di questi, 66 titolari sono stati denunciati per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità (ex articolo 650 del Codice Penale); 41 titolari sono stati sanzionati amministrativamente; 31 hanno avuto la chiusura provvisoria dell'attività o dell'esercizio (ex articolo 4, comma 4, del Decreto Cura, Dl 19/20) per non aver rispettato le misure contenitive, con multa da 400 a 3mila euro; per 2 è stata disposta la chiusura da 5 a 30 giorni (ex articolo 4, comma 2, del Decreto Cura); 9 hanno ricevuto la sospensione dell'esercizio commerciale da 5 a 30 giorni (ex articolo 15 del Dl 14/2020).