574 CONDIVISIONI
Covid 19
12 Maggio 2020
10:03

Fase 2, tutte le riaperture del 18 maggio in Campania, dall’abbigliamento ai parrucchieri

Fase 2 Covid: da lunedì 18 maggio 2020 potranno riaprire in Campania negozi per la vendita al dettaglio, ristoranti, bar, parrucchieri, barbieri e centri estetici. In Campania, la task force della Regione emanerà un regolamento specifico per il territorio, con tutte le prescrizioni da rispettare.
A cura di Pierluigi Frattasi
574 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Da lunedì 18 maggio potranno riaprire in Campania negozi per la vendita al dettaglio, ristoranti, bar, parrucchieri, barbieri e centri estetici. Entro giovedì, il Governo emanerà le linee guida che ogni attività dovrà rispettare, elaborate dal Comitato Tecnico Scientifico e dall'Inail. In Campania, la task force della Regione emanerà un regolamento specifico per il territorio, con tutte le prescrizioni da rispettare, che potrebbero essere anche più restrittive di quelle nazionali. Ma se, entro il prossimo weekend, si dovesse verificare una risalita dei contagi, non è escluso che le riaperture possano slittare. La questione è stata discussa ieri dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, con il premier Giuseppe Conte, nell'ambito della Conferenza Stato-Regioni, alla quale hanno preso parte tutti i governatori italiani. Ancora in sospeso, invece, la data di riapertura degli stabilimenti balneari.

Parrucchieri, barbieri e centri estetici

Le linee guida della Campania per la riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici sono ancora in fase di preparazione e arriveranno entro la settimana. Secondo quanto reso noto, ad oggi, ci sarà probabilmente l'obbligo di sanificare i locali frequentemente e di indossare le mascherine, con la raccomandazione di utilizzare prodotti preferibilmente monouso e di sterilizzare gli strumenti dopo ogni uso. Potrebbe essere prevista la possibilità di lavorare solo su prenotazione, con l'accesso nel locale di una persona alla volta, o comunque in numero limitato a seconda della capienza del locale, per evitare assembramenti.

Ristoranti, un tavolo ogni 2 metri

Per tornare a mangiare nei ristoranti bisognerà prenotare e bisognerà inviare l‘autocertificazione attestando l'appartenenza dei clienti al proprio nucleo familiare. La settimana scorsa la task force dei ristoratori, capitanata dallo chef Gennarino Esposito, ha inviato la bozza delle linee guida, che sarà valutata dalla Regione Campania per l'ordinanza. Secondo quanto filtrato, nei ristoranti ogni cliente dovrà avere a disposizione 4 metri quadrati e bisognerà rispettare la distanza di 2 metri tra un tavolo e l'altro. Distanze inferiori saranno possibili se si installano le barriere divisorie. No ai buffet.

I negozi riaprono per la vendita al dettaglio

La riapertura del 18 maggio riguarderà i negozi di vendita al dettaglio. Si tratta delle botteghe di vicinato. Oltre agli alimentari e alle librerie, già aperti, quindi, laboratori artigianali come abbigliamento, calzature, ottici, elettricisti, sarti, vetrai. Nelle linee guida della Regione saranno indicate anche le regole per la riapertura, come la possiblità di provare i capi di abbigliamento nei camerini ed eventualmente le modalità di sanificazione dei vestiti con dei prodotti speciali.

Spiagge, ombrelloni a 5 metri di distanza

Per gli stabilimenti balneari non c'è ancora una data di riapertura. Ma le linee guida dovrebbero arrivare questa settimana, in modo da consentire ai gestori di organizzare le strutture per la stagione estiva. Sulle spiagge, secondo le prime indiscrezioni, bisognerà rispettare una distanza di 5 metri tra le file di ombrelloni, e di 4,5 metri tra ogni ombrellone. Vigili e steward per i controlli. Si ipotizzano braccialetti per ogni cliente che non potrà spostarsi quindi da uno stabilimento a un altro. Quindi niente lunghe passeggiate sulla battigia. Docce e spogliatoi sanificati di continuo.

574 CONDIVISIONI
31624 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni