È stato ritrovato il cellulare di Tiziana Morra, ma le foto del figlio morto sono state cancellate. Un'autentica beffa per la donna, che aveva pregato e sperato per giorni di ritrovare il proprio cellulare smarrito a Cava de' Tirreni, dove si trovavano foto e messaggi con il figlio Alessandro, scomparso nel 2017 a soli 13 anni per un diabete giovanile. Inizialmente le era stata riconsegnata solo la scheda sim, ma nelle scorse ore la donna è riuscita a recuperare anche il cellulare, il cui valore economico era infinitamente minore rispetto a quello sentimentale, visto che si trovavano foto e messaggi del figlio Alessandro, e che la donna aveva sperato di recuperare.

Purtroppo non c'è stato il lieto fine: chi aveva ritrovato il cellulare, forse senza sapere del valore di quelle foto, lo aveva resettato. E dunque, cancellato tutto. Un danno morale e sentimentale enorme per la donna, che ha annunciato il ritrovamento, con l'ultima beffa, del cellulare. "Siamo riusciti a ritrovarlo, ma una volta acceso abbiamo scoperto che è stato resettato", ha detto Tiziana Morra, "tutto cancellato, purtroppo. Chi lo aveva preso, non aveva dato valore ai contenuti, pur sapendo di chi era e il mio dolore".

Lo sfogo amaro di Tiziana

Questo lo sfogo amaro di Tiziana Morra, la madre del giovane Alessandro, scomparso il 27 dicembre 2017 a soli 13 anni:

Buongiorno a tutti, oggi vorrei dirvi che dopo tante ricerche e chiamate insieme a un mio carissimo amico, un amico di famiglia, siamo riusciti a ritrovare il telefonino, ma una volta acceso con grande dolore e amarezza abbiamo scoperto che è stato resettato. Tutto cancellato, purtroppo chi l'ha preso non aveva dato valore ai contenuti, pur sapendo di chi era e il mio dolore. Non ho più parole, persone senza cuore. Delusa.