"Balotelli ha trovato un napoletano, "gigione" come lui, pronto a magnificare la propria capacità di fare qualunque cosa. Ma non c'è nulla di tutto ciò di cui l'hanno accusato nel suo gesto", giustifica così Vittorio Sgarbi il gesto di Mario Balotelli che ha proposto una scommessa a un amico napoletano: tuffarsi in mare a bordo di uno scooter per duemila euro. "È una performance. Quanti artisti avrebbero voluto farla, quanti sarebbero andati al Mart, il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, con la referenza di dire: ‘Io ho fatto quest'opera fondamentale'". Il critico d'arte ha postato sul proprio profilo Facebook un lungo video nel quale commenta l'accaduto in favore del calciatore italiano.

Sgarbi su scommessa Balotelli: Quanti artisti avrebbero voluto creare quest'opera d'arte

La scommessa, poi accettata e "vinta" dall'amico di Balotelli, è costata al calciatore una denuncia per istigazione a delinquere ed esercizio di gioco d'azzardo e a Catello Buonocore, l'uomo che è stato ripreso mentre si lancia dal molo di Mergellina con la Vespa una sanzione di quattromila euro. Sanzione emessa dal reparto Reati contro l'Ambiente della Polizia Municipale di Napoli. L'uomo inoltre dovrà rispondere anche di guida senza casco. E anche nei suoi confronti Sgarbi ha parole di ammirazione: "Lui ha dimostrato di saper fare una cosa assurda, e l'ha fatta", spiega nel video postato su Facebook. Intanto il calciatore ha negato che si sia trattato di una scommessa, spiegando che era invece stato un gioco tra amici di vecchia data.